Le pagelle smartphone 2016 di Tech4D

Anche il 2016 se n’è andato ed è stato un anno in cui abbiamo avuto evoluzione ed innovazione nel campo della tecnologia, ma anche un ristagno. Gli smartphone non sono stati affatto esenti da cambiamenti e tra Android e iPhone abbiamo visto novità per alcune case produttrici e poca creatività o rinnovamenti da parte di altre. Di seguito potete trovare le nostre pagelle smartphone 2016 per tutti i produttori di dispositivi mobili che sono riusciti a distinguersi di più quest’anno grazie ai propri terminali.

Pagelle smartphone 2016 di Tech4D

Huawei (e Honor): insieme a Xiaomi è stata la vera outsider di quest’anno ed è una delle aziende che merita di più nelle pagelle smartphone. La collaborazione con Leica ha fatto scintille ed ha reinventato il mondo della fotografia su mobile, come suggerisce anche lo slogan dei top di gamma. Huawei P9 Lite è poi il best buy dell’anno per quanto riguarda il rapporto qualità prezzo. Con Huawei Mate 9 è arrivato anche il sostituto di Samsung Galaxy Note 7: questa casa produttrice si propone sempre più come regina del mercato. Il sub brand di Huawei Honor con gli ultimi terminali Honor 8 (dominatore del qualità prezzo) e Honor Magic è riuscita quasi a diventare più interessante di Huawei. Voto: 9,5.

Xiaomi: non poteva essere un anno migliore con questo colosso cinese nelle pagelle smartphone. Grazie a Xiaomi Mi Mix con display completamente border less è stata portata aria di innovazione su un mercato in un profondo ristagno. E come non parlare dei tanti top di gamma rilasciati quest’anno? Xiaomi Mi5, Mi5s e il fantastico Mi Note 2 con schermo curvo. Senza contare i midrange con rapporto qualità prezzo spettacolare. Voto: 9,5.

Samsung: quest’anno è arrivata alla vetta assoluta, ma poi ha anche toccato il fondo e scavato oltre. Con Samsung Galaxy S7 Edge ha creato lo smartphone perfetto, il quale si può considerare il miglior terminale del 2016 in generale. Con Samsung Galaxy Note 7 però è arrivato un flop colossale in quanto a causa dei problemi alla batteria che portavano alle esplosioni è stato ritirato dal mercato. Un vero peccato, perchè si prospettava un device ancora migliore. Voto: 9,5.

OnePlus: forse la casa produttrice migliore in assoluto nel 2016. Con 3 e 3T (che va a colmare le lacune del 3) ha rilasciato top di gamma che non hanno nulla da invidiare ai migliori sul mercato, e sono anche migliori sotto molti punti di vista. Unica differenza: costano centinaia di euro in meno. Voto: 9,5.

Google e HTC: dalla loro collaborazione nasce Google Pixel (e XL), device che mette una pietra tombale sulla serie Nexus. Uno smartphone eccellente, in diretta competizione con iPhone 7, che porta le prestazioni di Android al next level, con design originale e camera spettacolare. Peccato per il prezzo. Ottimo HTC 10 anche se il prezzo si fa sentire. Voto: 8,5.

LeEco: sta letteralmente stracciando la concorrenza con i suoi prezzi. Rilascia meravigliosi smartphone top di gamma con specifiche al top dell’avanguardia, ma costano pochissimo. Un plauso va levato decisamente al LeEco Pro 3, uno dei primi smartphone con il processore Snapdragon 821. Peccato che si tratti spesso di smartphone per utenti consapevoli. Voto: 8,3.

Lenovo (e Motorola): ha ripreso il concetto di smartphone modulare con la serie Moto Z ed è riuscito a fargli avere successo. Dopo l’acquisizione di Motorola ha rilasciato sempre terminali ottimi su tutte le fasce. Il Moto Z Play è un carro armato di autonomia e con un prezzo conveniente porta i moduli anche a chi non ha un budget estremo. I Moto G4 sempre impeccabili come prezzo e performance. Peccato per il costo alto del Moto Z standard e per il non arrivo in Italia di Moto Z Force. Voto: 8.

Asus: la nuova serie Zenfone 3 vanta terminali molto solidi e affidabili. Il 3 standard è un re del qualità prezzo, il 3 Deluxe è mostruoso in specifiche e performance, il 3 Max ha un prezzo strabiliante e un’ottima autonomia. Non molta innovazione sì, ma un grande rinnovamento di estetica e hardware con terminali validissimi. Voto: 8.

ZTE: Nubia Z11 e Axon 7 sono terminali eccellenti. Top di gamma su cui si può fare affidamento e che non hanno nulla da invidiare a nessuno, ma con un prezzo che ha un gran bell’occhio di riguardo per il cliente. Voto: 8.

Oppo, Vivo, Gionee: interessanti novità per tutte e 3 queste produttrici di cinesoni, ma ancora rilegate perlopiù al mercato cinese. Voto: 8 per ciò che hanno realizzato in Cina.

Sony: ottimi i terminali lanciati quest’anno. La serie X è rivoluzionaria, ma non quanto basta a giustificare i prezzi di listino stabiliti, che non si allineano tanto con la concorrenza. Certo, questi smartphone sono molto durevoli nel tempo e probabilmente saranno molto supportati in termini di aggiornamenti, ma la gente sembra non esserne attratta a tal punto da spenderci troppo i propri soldi. Voto: 8.

Apple: i nuovi iPhone 7 sono smartphone spettacolari, in quanto a prestazioni non c’è nessun Android che possa superarli, sono i migliori sotto questo punto di vista. Ma pare tanto una minestra rigirata: sembrano iPhone 6s potenziati, nessun particolare rinnovamento, zero innovazione a parte per lo zoom ottico; insomma, non c’è tanto che giustifichi la spesa. Voto: 7,7.

Microsoft: annata del tutto negativa per il settore smartphone. Windows 10 Mobile è andato male in quanto a vendite e l’unico device rilasciato nel 2016 è stato Lumia 650. Il futuro di questa azienda nel mercato degli smartphone è appeso al Surface Phone, ma per ora non abbiamo una data di uscita. Egregia invece sul campo dei tablet con dei Surface che sono i migliori tablet Windows 10 in assoluto. Se consideriamo anche i tablet un ottimo risultato, scarso se considerassimo solo gli smartphone. Optiamo quindi per una media. Voto: 7,5.

Meizu: ha fatto uscire tantissimi smartphone di fascia media dal prezzo molto conveniente, ma ha floppato su quello che doveva essere il suo miglior top di gamma, il Pro 6. A causa della batteria poco capiente e dell’assenza di un processore Qualcomm Snapdragon o Samsung Exynos proprio non è andato giù a molti. Voto: 7.

LG: non hanno convinto i moduli di G5 che tra l’altro per molti non si è mostrato allettante sebbene abbia una doppia fotocamera spettacolare e super innovativa. Tanto che è svalutato molto dal prezzo di listino. Il V20 non è stato nemmeno commercializzato in Italia, mentre nulla di spettacolare per i midrange. Voto: 7.

Alcatel e Wiko: le francesi sono in calo e non riescono a sfondare. Dopo un’ottima annata di Wiko con il Fever i nuovi Ufeel sono solo “normali”, mentre Alcatel non è riuscita a spiccare il volo con i suoi top di gamma. Voto: 6,5.

Acer: alcuni smartphone sono stati immessi sul mercato, il più importante dei quali è Liquid Jade Primo con Windows 10 Mobile. Ma un successo tangibile non c’è stato, sia per l’insuccesso del sistema operativo Microsoft che per l’assenza di top di gamma Android. Nelle pagelle smartphone arriva alla sufficienza. Voto: 6.

Queste erano le pagelle smartphone 2016. Tutte le aziende elencate sono degne di nota, ma c’è chi nell’ultimo anno è riuscita a contraddistinguersi di più e chi di meno. Inizia adesso un nuovo anno, e già fra pochi giorni il CES 2017 ci porterà interessanti novità. Non ci resta che augurarvi un Felice Anno Nuovo all’insegna dell’innovazione.

Michele Ing

Sono Michele Ingelido, un blogger che lavora nel settore tecnologico da anni. Da perito tecnico mi definisco non solo un incurabile fanatico della tecnologia, ma anche un profondo estimatore di tutto ciò che intelligentemente crea innovazione, specie se in modo anticonformista e controcorrente… Un po’ come il Rock ‘n Roll! E-mail for any request: info@tech4d.it