Samsung Galaxy Note 8: il progetto è iniziato e si chiama Baikal (rumors)

Sembrano diventare sempre più lontani i tempi in cui Galaxy Note 7 è apparso sulle cronache per ragioni principalmente legate alla pericolosità della batteria integrata: Samsung, per ricostruire la reputazione del brand, sarebbe all’opera sul successore di Note 7, ovvero Samsung Galaxy Note 8.

Inizialmente, il progetto sembrava più lontano che mai: Galaxy Note 7 ha portato un immenso danno d’immagine al brand, tanto da far ipotizzare a Samsung di chiudere definitivamente la linea Note. Tuttavia, la casa coreana non sembra essersi persa d’animo, e pare proprio che voglia rendere Samsung Galaxy Note 8 il dispositivo perfetto per la rinascita.

Note 8 è apparso in recenti rumor che ipotizzano la presenza di un display 4K e di Bixby, l’assistente virtuale personale di Samsung, all’interno del dispositivo. Sono inoltre emerse nuove informazioni in merito al nome del progetto, chiamato “Baikal”, un diretto riferimento al lago più profondo del mondo, situato in Siberia. Samsung Galaxy Note 8 potrebbe inoltre puntare su alcuni feature già presenti in diversi smartphone top di gamma: 8 GB di RAM; Dual Camera, altoparlanti stereo firmati nientemeno che da JBL e 256 GB di storage complessivo. Valori che dovrebbero garantire al phablet un futuro roseo, se accompagnati da una gestione delle batterie più oculata.

samsung-galaxy-note-8

Note 8 costituisce inoltre il terreno di prova perfetto per i chipset Qualcomm Snapdragon 835, progettati in parte da Samsung stessa grazie ad una partnership con la chipmaker americana. Le carte in regola per un ottimo phablet, quindi, sembrano esserci tutte: il futuro della gamma dipenderà sicuramente da come gli utenti reagiranno all’arrivo di un Note capace di cancellare il pessimo ricordo del predecessore.

Via