Home » Smartphone » Google impone Android 10: nel 2020 ogni nuovo smartphone deve averlo
android 10 pixel

Google impone Android 10: nel 2020 ogni nuovo smartphone deve averlo

di Roberto Naccarella

L’acquisto di un nuovo smartphone è spesso “vincolato” al sistema operativo. Un cliente è ovviamente più attratto da un dispositivo che può garantirgli l’ultima versione di Android, o quantomeno il rilascio di aggiornamenti anche a livello di sicurezza che possano far dormire sonni tranquilli. Tuttavia, non è affatto semplice trovare già un prodotto che funzioni con Android 10, ovvero l’ultima versione del robottino verde rilasciata da poco da Google.

Anche per questo, il gigante di Mountain View ha deciso di darci un taglio e stabilire una “deadline” per il rilascio di dispositivi non equipaggiati con Android 10. Dal 31 gennaio 2020, infatti, i vari produttori non potranno più lanciare sul mercato telefoni che funzionano con Android 9 Pie. Un modo per aggirare questa restrizione esiste: le aziende potrebbero approvare i dispositivi prima del 31 gennaio e lanciarli sul mercato solo successivamente.

Sta di fatto che Google ha imposto il “paletto” per migliorare ulteriormente la qualità di Android, dopo aver già operato un “restyling” del logo e aver interrotto la tradizione del nome di dessert. Per quanto riguarda la sicurezza non sembrano esserci problemi. Gli aggiornamenti per le versioni precedenti di Android 10 proseguiranno come sempre: non a caso, Google ha garantito che Android 9 Pie avrà il supporto per gli update di sicurezza fino al rilascio di Android 11.

Fonte: XDA Developers

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti