Home » Smartphone » Radiazioni smartphone: da FCC una class action contro Samsung e Apple
radiazioni sar smartphone

Radiazioni smartphone: da FCC una class action contro Samsung e Apple

di Michele Ingelido

Se c’è un aspetto su cui c’è sempre poca chiarezza da parte dei produttori di cellulari, è quello delle radiazioni smartphone. I valori SAR non vengono mai messi in bella vista dalle case produttrici e stando a nuove indagini capita che quelli dichiarati siano ampiamente errati. Un laboratorio accreditato dalla FCC americana ha eseguito dei test su alcuni dei più importanti telefoni realizzati da Samsung e Apple riguardante i valori SAR ed evidenziando che sono quelli dichiarati sono fino a 5 volte inferiori a quelli reali.

Il test ha riguardato gli smartphone Galaxy S8, S9 e S10 per quanto riguarda Samsung ed iPhone 7 Plus, 8 e XR per quanto riguarda Apple. I risultati hanno messo in risalto che iPhone 8 e Samsung Galaxy S8 emettono più del doppio delle radiazioni smartphone del limite di esposizione federale, a 2 mm di distanza dal corpo.

A zero mm di distanza iPhone 8 ha addirittura un’emissione 5 volte superiore al limite, mentre Galaxy S8 emette radiazioni smartphone 3 volte superiori al limite federale. Livelli di radiazione RF così alti risultati da questi test hanno portato lo studio legale FeganScott ad avviare 2 class action contro Samsung e Apple presso il tribunale distrettuale degli USA nel distretto settentrionale della California (San Francisco).

L’accusa ritiene che le due aziende debbano assumersi la responsabilità di aver ingannato i consumatori: si chiede ai due colossi di pagare controlli medici e danni agli utenti dei dispositivi. I test hanno evidenziato risultati simili a quelli rilevati dalle Iene, trasmissione Mediaset che ha realizzato un servizio al riguardo, trasmesso in data 19 Novembre.

fonte: Businesswire

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.

Potrebbe anche interessarti