Home » Smartphone » Vivo X60t Pro+ è ufficiale: un X60 Pro con Snapdragon 888 e cam migliori
vivo x60t pro+

Vivo X60t Pro+ è ufficiale: un X60 Pro con Snapdragon 888 e cam migliori

di Michele Ingelido

La serie X60 di Vivo è la più potente che il colosso cinese abbia mai realizzato e contiene anche il primo top di gamma che l’azienda ha portato in Italia. Stiamo parlando di X60 Pro, da poco arrivato anche su Amazon. Nel frattempo in Cina è ufficiale una nuova variante della serie: Vivo X60t Pro+. Il dispositivo si posiziona esattamente nel mezzo tra X60 Pro e Pro+, in quanto è un upgrade del primo e un downgrade del secondo.

Vivo X60t Pro+ è uno smartphone dotato di un elegante schermo curvo di tipo AMOLED con diagonale di 6,56 pollici, risoluzione Full HD+, lettore di impronte integrato e refresh rate a 120 Hz. Il suo processore è uno Snapdragon 888 di Qualcomm (invece dell’870 del modello commercializzato in Italia) supportato da 8 o 12 GB di RAM e 128 o 256 GB di memoria interna UFS 3.1. Il device esegue Android 11 personalizzato da OriginOS (sostituto di Funtouch OS per la Cina.

Sulla parte posteriore di Vivo X60t Pro+ troviamo una quadrupla fotocamera con sensore principale Samsung GN1 da 50 Megapixel, lente grandangolare Sony IMX598 da 50 Megapixel dotata di micro-gimbal OIS, teleobiettivo da 12 Megapixel con zoom ottico e sensore periscopico da 8 MP con zoom ottico 5x. Frontalmente abbiamo invece una fotocamera per i selfie da 32 Megapixel.

Vivo X60t Pro+ ha una batteria da 4200 mAh con ricarica rapida a 55W e supporta 5G, Bluetooth 5.2, Wi-Fi 6 e GPS a doppia frequenza. Mentre rispetto ad X60 Pro offre un processore più potente e un comparto fotografico migliore, rispetto a X60 Pro+ differisce solamente per il teleobiettivo che è da 12 MP invece di 32 MP.

I prezzi per il mercato cinese ammontano rispettivamente a circa 648 euro per la versione 8/128 GB e circa 778 euro per quella da 12/256 GB.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti