Home » App & Gaming » Telegram introduce le videochiamate di gruppo, e non sono l’unica novità
telegram

Telegram introduce le videochiamate di gruppo, e non sono l’unica novità

di Roberto Naccarella

La novità era nell’aria già da alcune settimane ma ora è finalmente ufficiale. Il nuovo aggiornamento di Telegram introduce sulla nota piattaforma di messaggistica la possibilità di effettuare videochiamate di gruppo, uno strumento importante per la didattica ma anche per le riunioni in smart working, oltre che per il semplice svago. La novità è quindi l’aggiunta dell’icona della videocamera, con la possibilità di usufruire della videochiamata per le prime 30 persone che prenderanno parte alla chat vocale (per tutti gli altri è comunque garantita la partecipazione illimitata in modalità “solo audio”).

Telegram ha già fatto sapere che il limite delle 30 persone è solo temporaneo, probabilmente per testare al meglio la novità. Nel prossimo futuro, infatti, questa soglia aumenterà per favorire anche eventi e gaming in streaming. Ma l’aggiornamento ha portato anche altre novità sulla famosa piattaforma. Ad esempio, gli utenti possono ora condividere lo schermo all’interno delle chat vocali di gruppo, ed è stato anche migliorato l’audio nelle chat vocali con la soppressione del rumore.

Altro aspetto da menzionare sono gli sfondi animati per le chat, che si muovono non appena viene inviato un messaggio, e il promemoria per le informazioni di accesso, anche se quest’ultimo aspetto è per ora disponibile solo per i dispositivi iOS (presto lo sarà anche per i device Android). Introdotta su Telegram anche la possibilità di aggiornare il numero associato all’app all’interno del promemoria per le informazioni di accesso su iOS (la funzione è in arrivo anche su Android). I bot si arricchiscono con un un pulsante menu per navigare e inviare comandi automatici e infine sono state aggiunte delle nuove emoji animate.

Fonte

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti