Non rompete il display di OnePlus 6, è difficile da riparare: il primo teardown

I ragazzi di iFixit hanno effettuato per la prima volta il teardown di OnePlus 6 che ci aiuta non solo a vedere i suoi componenti interni, ma anche a capire il suo grado di riparabilità. Come sappiamo, il nuovo modello di punta arriva per la prima volta nella storia dell’azienda con una scocca in vetro: la prima difficoltà nel teardown è stata proprio rimuovere la back cover in vetro. Una volta tolta la cover posteriore, si accede subito alla batteria ed è facile sostituirla.

Un’ottima cosa se volete che il vostro OnePlus 6 vi duri anni, perchè la batteria è il primo componente a deteriorarsi in uno smartphone e perde in media la metà della sua autonomia dopo 2 anni. Quando si sono accinti a smontare la scheda madre, i ragazzi di iFixit hanno notato dei rivestimenti utili per la resistenza all’acqua. Purtroppo questo smartphone non è completamente impermeabile e non ha una certificazione IP: è solo resistente agli schizzi e alla pioggia, stando alle dichiarazioni della casa cinese.

Ma è utile sapere di questi elementi all’interno dello smartphone per avere conferma a proposito della resistenza all’acqua dichiarata. Brutte notizie quando si arriva al display: il pannello AMOLED di OnePlus 6 è difficile da riparare poichè è tenuto saldo da molto adesivo. Il punteggio di riparabilità assegnato da iFixit al top di gamma è di 5 su 10, meno di OnePlus 5 e 5T che avevano totalizzato 7 punti su 10.

fonte: iFixit

Michele Ingelido

Sono Michele Ingelido, un blogger che lavora nel settore tecnologico da anni. Da perito tecnico mi definisco non solo un incurabile fanatico della tecnologia, ma anche un profondo estimatore di tutto ciò che intelligentemente crea innovazione, specie se in modo anticonformista e controcorrente… Un po’ come il Rock ‘n Roll! E-mail for any request: info@tech4d.it