Home » Smartphone » Samsung Galaxy Z Fold3 torturato da Zack: test di resistenza superato!
samsung galaxy z fold3

Samsung Galaxy Z Fold3 torturato da Zack: test di resistenza superato!

di Roberto Naccarella

Il Galaxy Z Fold3 5G di Samsung è senza dubbio uno degli smartphone più importanti tra quelli presentati ufficialmente nell’ultimo periodo. Lo smartphone pieghevole del gigante di Seul ha già raccolto molti consensi, sia da parte degli esperti del settore che dagli stessi utenti. Ma il suo livello di resistenza è davvero quello di cui parla Samsung? Per capire se la robustezza del device sia davvero una delle sue caratteristiche principali, il noto canale YouTube “JerryRigEverything” ha voluto sottoporlo ad un serie di test.

D’altronde, stando a quanto affermato da Samsung, il Galaxy Z Fold3 5G sarebbe dotato di uno schermo flessibile interno che può garantire una resistenza migliorata dell’80% rispetto a quello del predecessore. Proprio per valutare la veridicità di questa affermazione, JerryRigEverything non si è contenuto, torturando il prodotto con un coltellino, un taglierino e della terra, fino a sottoporlo al celebre test con l’accendino e al bend test. In ultimo, infatti, il noto YouTuber ha testato lo smartphone pieghevole anche dal punto di vista della piegatura, punto critico dei foldable.

Come ha reagito il Galaxy Z Fold3 5G? A dire il vero piuttosto bene, dato che è riuscito a superare tutti i test a cui è stato sottoposto. Pertanto si può affermare che l’azienda sudcoreana diceva il vero e che il suo nuovo “foldable” è un prodotto davvero resistente, oltre che particolarmente prestante. Intanto la casa produttrice ha lanciato una nuova promozione che permette di provare questo pieghevole o il Galaxy Z Flip3 per 60 giorni prima di decidere se tenerlo oppure effettuare una restituzione e richiedere il rimborso della somma spesa per acquistarlo.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti