Home » Smartphone » Xiaomi Mi 12 sarebbe in arrivo entro il 2021 con Snapdragon 898
migliori smartphone xiaomi

Xiaomi Mi 12 sarebbe in arrivo entro il 2021 con Snapdragon 898

di Roberto Naccarella

Nelle ultime settimane sono già comparse diverse indiscrezioni che riguardano il successore di Snapdragon 888, che secondo le ipotesi più accreditate dovrebbe chiamarsi Snapdragon 898 e trovarsi a bordo di top di gamma come Xiaomi Mi 12. Stando a quanto emerso, il nuovo chip dovrebbe garantire il 16% in più di performance rispetto al predecessore (già particolarmente prestante, ndr), strutturato con un processo a 4 nm e tre cluster, vale a dire uno composto da un core Cortex-X2, uno con le CPU Cortex-A710 e infine uno con i Cortex-A510 (a basso consumo).

Ma quali saranno i primi smartphone che verranno equipaggiati con questo super processore di Qualcomm? Secondo le voci degli ultimi giorni sembra proprio che vedremo Snapdragon 898 sulla prossima nave ammiraglia di Xiaomi. Stiamo parlando del Mi 12, che dovrebbe essere ufficializzato entro la metà di dicembre con un display LTPO e un refresh rate adattivo, che consentirebbe di passare da 1 Hz a 120 Hz nel giro di una manciata di millisecondi in base all’attività che l’utente sta facendo in un determinato momento. In questo modo il risparmio energetico sarebbe davvero notevole.

Al tempo stesso la società con sede a Pechino sarebbe intenzionata ad incrementare ulteriormente la potenza di carica. Xiaomi Mi 12 potrebbe infatti arrivare sul mercato con un supporto per la ricarica wireless fino a 100W, potenza che arriverebbe fino a 120W con il cavo. Nelle prossime settimane capiremo anche se oltre che sul prossimo modello di punta del colosso cinese vedremo presto Snapdragon 898 anche su altri nuovi smartphone lanciati nel breve periodo. Nel frattempo, per la gioia degli amanti degli smartphone super potenti, sono diventati ufficiali iQOO 8 e 8 Pro con Snapdragon 888+.

Fonte

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti