Home » App & Gaming » WeVoz è il social network dei messaggi vocali (e non c’entra Clubhouse)
wevoz

WeVoz è il social network dei messaggi vocali (e non c’entra Clubhouse)

di Michele Ingelido

Dal nome sembrerebbe un clone di WeChat, mentre dal concept un clone di Clubhouse con tante somiglianze con Twitter: in realtà non è una copia di nessuna applicazione ma è qualcosa di inedito ed anche alquanto interessante. Stiamo parlando di WeVoz: un social network tutto made in Italy che nasce da una startup siciliana ed è dedicato interamente ai messaggi vocali.

Come funziona WeVoz

Il nuovo social network che nasce proprio nel 2022, considerato l’anno dell’audio, offre la possibilità di comunicare in modo diverso senza tenere gli occhi incollati al display. Trattasi di una specie di Twitter della voce: gli utenti possono infatti pubblicare dei vox che sono una sorta di tweet vocali, di breve durata, che si susseguono in una timeline. Chi non desidera guardare il display può anche attivare la riproduzione continua dei messaggi vocali.

All’interno di WeVoz è integrata anche una tecnologia speech to text che trascrive immediatamente il messaggio audio, così il social network può anche indicizzare i contenuti che diventano individuabili attraverso dei filtri di ricerca. I vox accessibili a tutti (ascoltabili senza autorizzazione) sono contrassegnati da un indicatore verde, quelli moderatamente delicati sono gialli e infine il rosso viene utilizzato per i contenuti sensibili e non adatti ai minori di 18 anni.

WeVoz è accessibile da tutti i browser e in anteprima attraverso l’applicazione ufficiale: riuscirà questa innovativa idea italiana ad ottenere il successo sperato?

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti