Home » Smartphone » Samsung si scusa per lo scandalo GOS ma le scuse non risolvono tutto
samsung galaxy s22

Samsung si scusa per lo scandalo GOS ma le scuse non risolvono tutto

di Roberto Naccarella

Samsung ha da poco distribuito l’aggiornamento per i Galaxy S22 – commercializzati ufficialmente dall’azienda lo scorso mese di febbraio – che va a risolvere il problema di throttling volontario lamentato da molti utenti. Tutto è bene quel che finisce bene, ma chiaramente il colosso di Seul sa bene che questa criticità non è stata digerita da coloro che avevano speso una cifra molto elevata per assicurarsi uno degli ultimi top di gamma e si sono ritrovati a fare i conti con i limiti alle prestazioni di alcune applicazioni forzato attraverso l’app GOS.

Anche per questo JH Han, CEO di Samsung DX, ha voluto sfruttare il 54° incontro con gli investitori, tenutosi nei giorni scorsi, per scusarsi pubblicamente dopo lo scandalo che il controverso sistema GOS ha scatenato. Han ha confessato che in effetti il team di sviluppo della One UI ha introdotto un sistema per gestire le prestazioni dello smartphone in maniera arbitraria, senza tenere conto del fatto che gli utenti potrebbero richiedere un livello prestazionale superiore.

Il CEO di Samsung DX ha comunque voluto precisare che il sistema GOS era stato comunque implementato per favorire un’ottimizzazione delle prestazioni di smartphone e tablet, pur riconoscendo tutti i problemi sopraggiunti in seguito. Han ha sottolineato che non si trattava comunque di una mossa per frenare chip scarsamente ottimizzati dal punto di vista dei consumi, a differenza di quanto molti hanno potuto pensare. L’aggiornamento, come detto, è disponibile per i Galaxy S22, ma il problema interessa tutti i top di gamma dal 2019 in poi: per chiudere la faccenda serve ancora del tempo.

Fonte

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti