Home » App & Gaming » Agenzia Dogane risponde sulla chiusura sale LAN: “solo se non in regola”
redmi g gaming laptop

Agenzia Dogane risponde sulla chiusura sale LAN: “solo se non in regola”

di Roberto Naccarella

Nei giorni scorsi l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM) ha provveduto alla chiusura di diverse sale LAN ed eSports in seguito ad un esposto presentato dall’imprenditore Sergio Milesi. La chiusura ha coinvolto quattro esercizi commerciali, come ha tenuto a specificare proprio l’ADM: nella nota, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha sottolineato che una di queste attività ha ripreso regolarmente a lavorare dopo aver esibito la documentazione amministrativa, che è stata riconosciuta corretta per l’esercizio dell’attività del gioco delle sale LAN.

Come accennato, tutto è sorto da un esposto di Milesi, che gestisce alcune sale da gioco: l’obiettivo era proprio quello di fare chiarezza sulla situazione legislativa di questi esercizi, che praticherebbero una concorrenza sleale nei confronti delle altre sale giochi costrette a rispettare controlli e norme molto più severe. L’azione dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli aveva allarmato non poco gli appassionati delle fiere di settore, come ad esempio la Milan Games Week, dato che il vuoto normativo su queste attività rischiava davvero di farle saltare.

Fortunatamente l’ADM è intervenuta proprio su questo tema, chiarendo che tutte le manifestazioni di settore, tra cui le fiere tematiche e l’esercizio del gioco nelle stesse sale LAN, non corrono alcun rischio, a patto che si svolgano nel rispetto delle regole di settore. I provvedimenti dell’ADM sono quindi volti solamente a far sì che le sale operino secondo legge e rispettino le regole del settore: accertato ciò, possono continuare ad esistere normalmente come le più classiche sale giochi.

Via

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti