Xiaomi Mi A2 Lite, il nuovo Dual SIM cinese, ottiene la certificazione FCC e quella dell’Autorità di Singapore

Uno dei prossimi smartphone cinese, lo Xiaomi Mi A2 Lite, ha appena ricevuto due importantissime certificazioni. Dopo quella al TEENA di qualche giorno fa, infatti, arrivano la Certificazione dell’Autorità di Singapore e quella della FCC. Dettagli, questi, che non fanno che confermarci che l’arrivo del dispositivo è ormai vicino. Il numero di modello attribuito per queste ultime certificazioni è M1805D1SG. Grazie ad esse siamo in grado di fornire alcuni di quelli che sono i principali dettagli dello Xiaomi A2 Lite. Vediamoli brevemente insieme!

Xiaomi Mi A2 Lite certificazione

In base alle immagini trapelate, possiamo innanzitutto fare alcune considerazioni importanti sul design del prossimo Xiaomi Mi A2 Lite. Questo richiamerà in molti aspetti quello che abbiamo già visto con il Redmi Note 5 Pro. Avrà una fotocamera posteriore con doppia configurazione da 12 MP a cui si assocerà, sempre sul retro, un comodo lettore biometrico. Sul frontale, invece, l’obiettivo sarà da 5 MP. Si tratterà di un dual sim le cui dimensioni dovrebbero essere di 14,93 x 7,16 x 0,87 cm per un peso di 178 gr. Interessante le caratteristiche inerenti la connettività che dovrebbero includere il Bluetooth 5, il GPS, il 4G Volte e il Wifi.

Per il resto, lo Xiaomi Mi A2 Lite dovrebbe avere un display Full HD con vetro ricurvo da 5,84” con una risoluzione massima di 2.280 x 1.080 pixel. Non è chiaro il tipo di processore che lo alimenterà il possibile terzo dei dispositivi Xiaomi con Android One. Sappiamo però che si tratterà di un Octa-Core con frequenza massima di 2 GHz. A questo si abbineranno una RAM da 4 GB e una memoria interna da 64 GB. Molto probabilmente quest’ultima potrà espandersi con una microSD fino ad un massimo di 256 GB. In quali colori, infine, arriverà Xiaomi Mi A2 Lite? Le varianti sono diverse e comprendono il nero, il bianco, l’argento e il grigio insieme anche all’oro, all’oro rosato, al rosa, al blu e al rosso. Attendiamo, adesso, l’annuncio ufficiale che comunque non dovrebbe tardare molto ad arrivare.

Via: Fonearena