I migliori smartphone Xiaomi del 2018

Quando si parla di telefoni cellulari e il discorso si sposta sugli smartphone Android cinesi, sappiamo tutti che possiamo trovare per questi smartphone prezzi estremamente bassi rispetto ai migliori dispositivi Samsung, iPhone e l’altra concorrenza. Xiaomi è questo, ma anche molto di più. Si tratta di una casa produttrice cinese che con Huawei svetta sopra tutte ed ha minacciato i migliori brand più veterani. Oltre ad offrire terminali degni delle migliori offerte smartphone ha portato addirittura una grande innovazione sul campo della telefonia mobile.

Nati come smartphone economici, adesso i device di questa casa produttrice sono al centro delle opinioni e sono tra i più gettonati, sia quelli a poco prezzo che i top di gamma come Mi5 e Mi Note 2. Gli smartphone Xiaomi, che siano della serie Mi, Redmi, Pro, Max o Redmi Note, non li trovate sugli scaffali di store come Mediaworld e Euronics, e spesso nemmeno negli shop online in Italia come Amazon.

Si possono comprare perlopiù sui negozi cinesi online, quindi se da una parte il prezzo è irrisorio, non è però una passeggiata averli. Vi informiamo inoltre che non tutti i device di questa azienda hanno una ROM globale: molti sono stati pensati per il mercato cinese. Per risolvere ciò bisogna essere utenti consapevoli, e quindi essere in grado di flashare una custom ROM.

Ci sono tantissime guide online ed anche tantissimi firmware data la enorme community che ruota attorno a questo produttore, più che capacità quindi ci vuole pazienza e passione smartpper installare un software. Una volta che si ha tra le mani un dispositivo mobile di questa azienda con la sua MIUI basata su Android, si può dire però di aver fatto un vero affare e di avere un terminale tra i più validi in assoluto sulla sua fascia di prezzo.

Ma qual è il miglior smartphone cinese di questa casa produttrice? Qual è il best buy e quale il migliore smartphone top di gamma che si può trovare sulla piazza? Dopo avervi proposto la top 5 migliori smartphone resistenti all’acqua, urti e cadute (2017) e la top 5 migliori smartphone Android economici sotto i 100 euro (2017), dalla Cina con furore di seguito potete trovare i migliori smartphone Xiaomi del 2018.

Usa i seguenti collegamenti per spostarti direttamente alla sezione che ti interessa:

Migliori smartphone Xiaomi economici

Migliori smartphone Xiaomi top di gamma

Vantaggi degli smartphone Xiaomi: prezzi e componenti

Cosa c’è di positivo nell’acquisto degli smartphone Android cinesi di questa casa produttrice? Perchè molti intenditori e smanettoni preferiscono gli smartphone Xiaomi anzichè i dispositivi più famosi in Italia come i Samsung Galaxy e gli Apple iPhone? Di seguito trovate tutti i vantaggi che derivano dal comprare un dispositivo di questa marca, che è estremamente interessante ma allo stesso tempo non è per tutti.

  • Prezzi: gli smartphone Xiaomi sono economici, costano davvero molto poco se li confrontiamo con gran parte della concorrenza. Ma allo stesso tempo non sono affatto dispositivi scadenti: il rapporto qualità prezzo è proprio il principale punto di forza degli smartphone Xiaomi.

    Attualmente si possono trovare i migliori smartphone di questa casa produttrice anche sotto i 500 euro, mentre quelli di fascia bassa arrivano a costare sotto i 100 euro nonostante offrano caratteristiche di tutto rispetto. L’italiano punta spesso al risparmio quando si tratta di tecnologia, a fare l’affare, ed ecco perchè molti li scelgono.

  • Hardware: a dei prezzi estremamente concorrenziali negli smartphone Xiaomi si abbinano componenti hardware di prima qualità e ottimizzati davvero egregiamente. Gli smartphone Xiaomi contengono la maggior parte delle volte processori della serie Qualcomm Snapdragon, che sono i più gettonati nel mercato Android.

    E i SoC in questione si trovano su dispositivi che costano considerevolmente di meno rispetto a quelli delle marche più famose con gli stessi processori. Inoltre, si possono trovare su tutte le fasce di prezzi quantitativi sempre ottimi di memoria RAM, ed un’ottimizzazione software che minimizza i rallentamenti portando al top le prestazioni.

  • Batteria: l’autonomia è un altro punto forte di questi dispositivi. Quasi tutti gli smartphone Xiaomi hanno batterie al litio più grandi della norma, e la loro durata è sempre soddisfacente. L’azienda è solita inserire batterie molto capienti specie nei dispositivi economici, che equipaggia con processori dai bassi consumi energetici ottenendo un’autonomia spettacolare.

Svantaggi: garanzia e software

Se da un lato ci sono importantissimi vantaggi nell’acquisto di questi terminali, se siete dei profani del mondo della tecnologia e sperate di fare l’acquisto perfetto prendendo uno smartphone Xiaomi, potreste sbagliarvi.

Ci sembra giusto quindi spiegarvi gli svantaggi e i rischi verso cui andate incontro se decidete di acquistare uno smartphone Xiaomi, che non correreste se vi affidereste alle marche più famose in commercio in Italia.

  • Garanzia e disponibilità: purtroppo Xiaomi è una casa produttrice cinese che non è ancora arrivata in pianta stabile in Italia, e non si sa per certo quando ciò accadrà. Solamente pochissimi smartphone Xiaomi sono disponibili all’acquisto in Italia con garanzia Italia, ed hanno prezzi molto più alti di quanto costano in Cina.

    Poi ci sono negozi italiani che vendono device in Italia, ma senza garanzia del produttore e anche in questo caso con prezzi più alti. Ciò vuol dire che la convenienza massima sta nell’importare gli smartphone Xiaomi dalla Cina, tramite negozi online come GearBest.

    Tuttavia facendo ciò, anche se si possono evitare i dazi doganali, c’è una garanzia è più problematica: in caso di problemi dovreste spedire il dispositivo in Cina a vostre spese e attendere la riparazione.

  • Software: alcuni smartphone Xiaomi potrebbero arrivare con una ROM (ossia un firmware, che nel caso di questi dispositivi si chiama MIUI) destinato al mercato cinese, e senza app di Google (solitamente questo è menzionato nell’inserzione).

    Altri invece potrebbero arrivarvi a casa con una ROM farlocca, quindi non originale e che presenta alcuni problemi. In entrambi questi casi avrete bisogno di cambiare ROM, e se siete inesperti potreste incontrare qualche difficoltà. Solitamente nulla che non si possa imparare con un tutorial online (e ce ne sono tanti), ma dovrete comunque perderci un po’ di tempo, in nome del risparmio.

    Tenete conto però che se acquistate degli smartphone Xiaomi appena usciti potreste non trovare il tutorial per cambiare ROM, o potrebbe non essere ancora stata rilasciata la ROM destinata al mercato Globale, per cui potreste aver bisogno di attendere un po’.

Come riconoscerli: le serie

Gli smartphone Xiaomi sono tutti identificati da dei nomi che appartengono a determinate serie. Ogni serie contiene una determinata tipologia di smartphone Xiaomi: le serie le trovate qui sotto.

  • Mi + numero identificativo: es. Mi 5, Mi 6 e così via. E’ una serie che comprende smartphone top di gamma, ed è quella più iconica della casa produttrice. Gli smartphone Xiaomi appartenenti a questa serie sono sempre di fascia alta e, sebbene molto più convenienti dei top di gamma delle aziende più blasonate, non si trovano a prezzi bassi. A meno che non li si acquista dopo l’uscita delle nuove generazioni, come accade con tutti i terminali che svalutano, ovviamente.
  • Varianti della serie Mi: sono altre versioni della serie sopra citata, e vengono identificate da Mi + numero + lettera (es. Mi 5X). A volte sono smartphone economici (serie Mi c, Mi x, Mi A1), altre volte sono di fascia alta (Mi s). Sono quindi gli smartphone Xiaomi più imprevedibili, non si sa mai cosa aspettarsi.
  • Mi Note: è una serie di phablet, finora tutti di fascia alta.
  • Redmi: questa serie rappresenta gli smartphone Xiaomi economici, quelli che costano di meno.
  • Redmi Note: gli smartphone Xiaomi di questa serie sono tutti phablet economici di fascia media oppure bassa.
  • Mi Mix: è la serie più innovativa ed anche quella che contiene gli smartphone Xiaomi più potenti. Comprende dispositivi borderless, dal comparto hardware spettacolare e con un prezzo che seppur più alto di tutti gli altri dispositivi dell’azienda resta conveniente.

MIUI: differenza tra le ROM installate

La MIUI, ossia l’interfaccia utente degli smartphone Xiaomi basata ovviamente su Android, può essere di 3 tipi a seconda del terminale che si acquista.

  • MIUI China: la ROM destinata al mercato cinese. E’ sempre la prima ad uscire, contiene app cinesi che potrebbero essere inutili per noi, e non ha le applicazioni di Google come il Play Store che in Cina sono vietate. E’ quindi una ROM incompleta per il mercato italiano e va cambiata se si vogliono rendere gli smartphone Xiaomi pronti all’uso come gli altri dispositivi Android.
  • MIUI Global: è la versione finale e stabile della ROM dedicata al mercato globale, ed è quella più consigliata per coloro che non sono utenti consapevoli e per chi vuole uno smartphone Xiaomi pronto all’uso, con i servizi Google installati e senza necessità di difficoltose configurazioni.
  • Xiaomi.eu: sono delle custom ROM che vengono spesso usate provvisoriamente prima dell’uscita delle Global. Dei team sparsi per il mondo e specializzati in ambito MIUI si occupano di ripulire le ROM cinesi dalle app inutili, di installare i servizi Google e di aggiungere più lingue possibile per rendere gli smartphone Xiaomi facilmente utilizzabili in tutto il mondo.
  • Beta e Developer ROM: sono versioni non definitive delle ROM Global e China scaricabili da chi ha aderito al beta testing, che può provarle in anteprima per aiutare la casa produttrice a trovare bug e instabilità.

Smartphone Xiaomi economici

Redmi 6A

smartphone xiaomi redmi 6a

Partiamo dalla fascia più entry level con uno smartphone che non solo è tra i migliori per questa casa produttrice, ma è il perfetto candidato come migliore smartphone al mondo sotto i 100 euro. Da ciò deriva che ha anche un rapporto qualità prezzo spettacolare per quello che offre.

Lo Xiaomi Redmi 6A ha l’arsenale hardware più potente che potete trovare sulla fascia bassa grazie ad un processore quad-core MediaTek Helio A22 da 2 Ghz (la frequenza più alta per un chipset entry-level), 2 GB di memoria RAM e 16 GB di memoria interna ulteriormente espandibile con micro SD (c’è anche una configurazione da 3/32 GB).

Lo slot per la scheda esterna è separato da quello dual SIM, per cui per avere due numeri di telefono, non dovete occupare lo slot per la scheda di memoria. Come prestazioni è praticamente imbattibile tra i low end, è fluido, reattivo e riesce perfino a reggere perfettamente giochi pesanti come Real Racing 3.

Un altro ambito in cui è ineguagliabile è il comparto fotografico con il suo obiettivo da 13 Megapixel. Riesce a catturare un gran livello di dettaglio e le foto vengono davvero molto nitide. Anche con scarse condizioni di luce, non sono affatto male. Lo schermo è da 5,45 pollici e vanta una risoluzione HD+: nonostante non sia dei migliori pannelli, riesce comunque a battere tutti quelli sulla sua fascia.

Infine troviamo una strepitosa autonomia grazie a una batteria da 3000 mAh che riesce a superare la giornata anche a uso intenso. Vi rimandiamo alla nostra recensione completa di Xiaomi Redmi 4A, il suo predecessore che è molto simile, per conoscere tutti i dettagli più approfonditi.

Ecco il link per acquistarlo direttamente da Amazon:

Mi A2 Lite

smartphone xiaomi mi 8 lite

Con Mi A2 Lite ci spostiamo sulla fascia media, con un dispositivo che è considerato tra i migliori al mondo per il rapporto qualità prezzo. Ma è anche un dispositivo unico, dato che monta Android One e non la MIUI come quasi tutti gli smartphone Xiaomi. Ha un sistema operativo molto più aggiornato, in modo più costante, e senza personalizzazioni, pubblicità o potenzialmente inutili app aggiuntive preinstallate.

Nonostante sia uno smartphone molto economico è dotato comunque di un robusto corpo in metallo,  che oltre a essere solido è anche compatto e maneggevole. Lo schermo ha una dimensione di 5,84 pollici, e nonostante il prezzo molto abbordabile troviamo ugualmente la risoluzione Full HD+ e di conseguenza una alta densità dei pixel che lo rende un pannello dal gran livello di dettaglio.

Uno schermo borderless in 19:9 che lascia davvero stupefatti se si pensa a quanto costa questo device. E’ dotato anche della tecnologia IPS per angoli di visione molto ampi ed una alta luminosità. Anche come hardware siamo ad un ottimo livello: il SoC è un octa core Qualcomm Snapdragon 625 da 2 Ghz, e a supporto ci sono 3 GB di memoria RAM e 32 GB di storage interno (esiste anche una versione da 4/64 GB).

Le prestazioni sono davvero soddisfacenti, il device è reattivo e ben ottimizzato, e non si hanno problemi nemmeno con le app pesanti e un multi tasking abbastanza impegnato. In più questo processore offre dei consumi molto bassi che fanno durare la batteria per un tempo infinito.

Se a questo aggiungiamo una capacità di ben 4000 mAh otteniamo una autonomia mostruosa, che arriva ad un giorno e mezzo senza problemi anche con l’uso più stressato. Come fotocamera un doppio sensore da 12 e 5 Megapixel supera abbondantemente la sufficienza.

Vi lasciamo il link per acquistarlo direttamente da Amazon:

Redmi Note 6 Pro

smartphone xiaomi redmi note 6 pro

Andiamo ancora più in alto con questo Redmi Note 6 Pro, ma con il prezzo restiamo incredibilmente ancora stazionari. Il design in metallo di questo terminale non è stato migliorato particolarmente esteticamente rispetto alla precedente versione, ma ha importanti stondature che agevolano l’ergonomia ed un look per niente male grazie a dei bordi più sottili.

L’ampio schermo da 6,26 pollici lo rende adatto e comodo per navigazione, produttività e visione di contenuti multimediali, ed ha una risoluzione Full HD. Sfoggia una discreta resa dei colori ed un’alta luminosità. Il lato hardware comprende un solido processore, lo Snapdragon 636 da 2,2 Ghz, in abbinamento con 3, 4 o 6 GB di RAM a seconda della variante, ed uno storage interno anch’esso variabile.

Prestazioni senza dubbio molto soddisfacenti per la fascia, che lo posizionano tra i migliori midrange su quel prezzo. Non manca la reattività con ogni utilizzo ed anche l’adattabilità al multi tasking. La fotocamera, doppia anche in questo caso, è da 12 e 5 MP, vanta un flash dual LED ed ha una messa a fuoco molto veloce e accurata.

Ma il comparto fotografico che lascia davvero a bocca aperta è quello frontale con 2 obiettivi da 20 e 2 Megapixel che scattano selfie con un effetto bokeh eccelso ed una definizione da numeri uno. Abbastanza bilanciati cromaticamente e dettagliati gli scatti. Di spicco l’autonomia della batteria da 4000 mAh che non ha mai problemi a concludere la serata a uso stress.

Ecco il link per acquistarlo tramite Amazon:

Mi A2

smartphone xiaomi mi a2

Similmente alla sua versione Lite, il Mi A2 è un dispositivo tanto atipico quanto conveniente in casa Xiaomi: fa infatti parte dell’unica serie di smartphone Xiaomi ad avere il sistema operativo Android One, quindi si caratterizza per un’interfaccia utente priva di personalizzazioni e aggiornamenti molto più veloci rispetto agli altri smartphone Xiaomi (ed anche rispetto alla concorrenza).

Con un prezzo di listino inferiore ai 200 euro, porta con sè il miglior arsenale hardware della sua fascia, composto dal processore Qualcomm Snapdragon 660, da una RAM di almeno 4 GB e da 32 o 64 GB di memoria. Le prestazioni sono superiori a qualsiasi dispositivo possa costare quanto lui, e ciò si vede anche negli ambiti avanzati dove non mostra segni di cedimento.

Ha anche una notevole doppia fotocamera da 12 e 20 Megapixel, con apertura f/1.8. Essa eccelle nell’effetto bokeh, e nel catturare tantissima luce per cui anche quando l’illuminazione è scarsa si difende bene. Anche la selfie camera da 20 Megapixel lascia davvero sorpresi per la sua qualità.

Gli unici dubbi restano sul design, con una classica estetica in metallo che non sorprende più di tanto, e sulla batteria da 3010 mAh che è solo nella media e non ha quel guizzo che lo pone tra i migliori esemplari per autonomia. Ma è più che sufficiente in tutto ed è una grande risorsa per l’utente che non vuole mai difetti.

Vi lasciamo il link per acquistarlo direttamente da Amazon:

Xiaomi Mi 8 Lite

smartphone xiaomi mi 8 lite

Il Mi 8 Lite è la variante economica di uno dei principali smartphone Xiaomi top di gamma, e per farla breve è uno smartphone “tuttofare”, che a un prezzo molto contenuto supera la media sotto tutti gli aspetti. Ha prima di tutto un design bellissimo, disponibile con elegantissimo retro lucido e colorazione a sfumatura: è il più bello smartphone Xiaomi di fascia media.

Vanta un ampio display da 6,26 pollici in Full HD+ e un comparto hardware che possiamo tranquillamente considerare di fascia media/medio-alta, tra l’altro lo stesso del Mi A2. C’è un processore Qualcomm Snapdragon 660, 4 GB di RAM e 64 GB di storage integrato nella variante base, purtroppo non espandibile.

Con questa componentistica, si può usare davvero tutto in modo fluido, anche se non al top delle performance. Siamo a livelli di un gradino superiori rispetto alla normale fascia media. Poi ci sono delle fotocamere niente male, ma nemmeno stupefacenti.

Abbiamo un doppio sensore posteriore da 12 e 5 MP e uno frontale da 24 MP. Oltre la media, ma nulla di spettacolare nemmeno in questo caso, la batteria da 3350 mAh. Insomma, sufficiente in tutto, eccellente in nulla: un telefono che non da mai problemi ma non lascia mai stupefatti. Ed è perfetto per l’utente medio.

Pocophone F1

smartphone xiaomi pocophone

Avete mai sognato di avere un telefono con le prestazioni dei più potenti top di gamma ad un prezzo di fascia media? Ebbene, adesso i vostri sogni sono realtà. Con Xiaomi Pocophone F1 avrete il più potente comparto hardware del 2018, composto dal processore Qualcomm Snapdragon 845 e fino a 8 GB di RAM, a un prezzo in cui di solito si possono acquistare solo dispositivi midrange con processori Snapdragon serie 600.

Un dispositivo perfetto per i videogiochi più pesanti, per lavorare e per fare praticamente qualsiasi cosa. Ma perchè costa così poco? Semplice: perchè l’estetica è composta da materiali inferiori perfino ai dispositivi di fascia medio-bassa, e perchè tutte le altre caratteristiche ad esclusione del display e della batteria da 4000 mAh che dura davvero tantissimo (si parla di un giorno anche a uso stressato), sono di fascia media.

Lo schermo è un classico IPS da 6,2 pollici Full HD+, riproduzione dei colori e dettaglio nella media. La fotocamera è anche sotto la norma per un midrange, nulla di speciale, se ne trovano di simili anche a 200 euro. Ma in compenso avrete le performance più scattanti a un prezzo ridicolo, e se di fotocamera ed estetica non vi interessa nulla, avete fatto un vero affare.

Smartphone Xiaomi top di gamma

Mi 8

smartphone xiaomi mi 8

Passiamo ora ai veri top di gamma con un vero e proprio mostro in quanto a prestazioni. Un comparto hardware all’avanguardia lo rende imbattibile su quest’ambito: vi anticipiamo che è la stessa componentistica del miglior smartphone Xiaomi, ma con la differenza che il prezzo è molto più basso.

Il processore è un octa-core Qualcomm Snapdragon 845, il più potente nel mondo Android. La RAM ammonta a 6 GB mentre la memoria è di 64 o 128 GB a seconda della configurazione che si acquista, ed è di tipo UFS, quindi velocissima nel trasferimento dati.

Android non è ancora così avanzato a tal punto da poter sfruttare tutta la potenza di questo dispositivo, che è super veloce con qualsiasi utilizzo, regge il multi tasking sfrenato e qualsiasi videogame a dettagli massimi. Il design è in robusto alluminio serie 7000 e resistente vetro lucido sul retro.

Lo schermo ha 6,21 pollici di diagonale, ed ha una risoluzione Full HD. Il display vanta un’ottima fedeltà cromatica garantita dalla tecnologia Super AMOLED, HDR e dalla copertura DCI-P3, insieme ad un’ottima luminosità. Una doppia fotocamera posteriore da 12 Megapixel lo rende anche egregio nel campo fotografia.

Uno dei due obiettivi, può fare lo zoom ottico 2x, e grazie a ciò riesce a catturare tantissimo dettaglio avvicinando i soggetti per arricchire lo scatto principale. Può registrare anche video in 4K. La batteria da 3400 mAh supera sempre la giornata con ogni tipo di uso.

Ecco il link per acquistarlo tramite Amazon: 

Mi Mix 3

smartphone xiaomi mi mix 3

Ecco lo smartphone che merita il primo premio in casa Xiaomi, un outsider, nonchè il device che si può definire tra gli smartphone più innovativi dell’ultimo anno. Il suo predecessore che ha dato il via alla serie Mi Mix è riuscito a portare una ventata di aria fresca in un mercato della telefonia mobile in profondo ristagno, facendo letteralmente tremare la concorrenza e lasciandole modo solo di prendere spunto.

Questo device è caratterizzato da una estetica unica, con un display completamente senza bordi che occupa quasi tutto il pannello frontale. Questo grazie ad un design a scorrimento che include uno slider estraibile su cui sono posizionate fotocamere frontali e sensori. E’ praticamente un concept che è andato in commercio.

Questo speciale tipo di design rende possibile anche la presenza di un display enorme: lo schermo è da 6,39 pollici, eppure lo smartphone ha delle dimensioni inferiori a quelle di un iPhone 8 Plus che è invece da 5,5 pollici. Lo spettacolare schermo ha una risoluzione oltre il Full HD con 2160 x 1080 pixel, ha il formato 18:9, colori vividi e realistici grazie alle tecnologie HDR e Super AMOLED, luminosità e angoli di visione soddisfacenti.

C’è anche un lettore di impronte digitali integrato nel display. La scocca è fatta in ceramica, quindi come design siamo al massimo della bellezza, raffinatezza e originalità; il frame è in metallo. Sotto il telaio non manca il potentissimo processore quad core Qualcomm Snapdragon 845 da 2,35 Ghz, supportato da 6, 8 o addirittura 10 GB di RAM (uno dei primi smartphone ad avere ben 10 GB) e 128 o addirittura 256 GB di storage.

Scontato dire che come performance è uno dei migliori smartphone sul mercato e non ha problemi con decine di app aperte e tutti gli altri utilizzi. La doppia fotocamera da 12 Megapixel posteriore è anch’essa tra le migliori e riesce a scattare con un dettaglio inaudito in ogni scenario, con una messa a fuoco perfetta e una stabilizzazione ottima grazie all’OIS.

Perfino la fotocamera frontale, un doppio sensore da 24 e 2 Megapixel, è da fuori classe. Solo la batteria è nella media anche se con 3200 mAh termina la serata in gran parte degli scenari.

Classifica smartphone riepilogativa

  1. Xiaomi Mi Mix 3
  2. Mi 8
  3. Pocophone F1
  4. Mi 8 Lite
  5. Mi A2
  6. Redmi Note 6 Pro
  7. Mi A2 Lite
  8. Redmi 6A

Per concludere, qui sopra trovate una top degli smartphone Xiaomi proposti in questa guida all’acquisto. Abbiamo stilato la classifica tenendo conto delle caratteristiche tecniche (quindi della fascia di appartenenza) e dei più attuali prezzi. Voi come la pensate a proposito di questi terminali?

Michele Ingelido

Sono Michele Ingelido, un blogger che lavora nel settore tecnologico da anni. Da perito tecnico mi definisco non solo un incurabile fanatico della tecnologia, ma anche un profondo estimatore di tutto ciò che intelligentemente crea innovazione, specie se in modo anticonformista e controcorrente… Un po’ come il Rock ‘n Roll! E-mail for any request: info@tech4d.it