Huawei Mate 20 Pro, le torture di Zack mettono in difficoltà il display

Huawei Mate 20 Pro ha già ricevuto notevoli apprezzamenti, sia dagli esperti del settore che dal pubblico. Il telefono rappresenta senza dubbio un salo di qualità per la casa di Shenzhen, che ha voluto puntare forte su un dispositivo in grado di competere con i prodotti Samsung. Tuttavia, nonostante gli elogi, sembra che il display di Huawei Mate 20 Pro non sembri ancora esteticamente all’altezza di quelli che vediamo sui telefoni del colosso di Seul.

A confermarlo è il test di resistenza operato come sempre da Zack del canale YouTube “JerryRigEverything”. Il display del Mate 20 Pro reagisce in maniera eccellente ai test che riguardano graffi e fuoco. Per quanto riguarda i graffi, la protezione Corning Gorilla Glass 5 e il vetro posteriore garantiscono una resistenza da “10 e lode” al nuovo device di Huawei. Stesso discorso per le bruciature con l’accendino: i pixel fino a 25 secondi della sollecitazione determinata dalla fiamma dell’accendino non hanno mostrato bruciature.

Quello che invece non ha affatto convinto è il bend test, ovvero il maltrattamento principale operato dallo youtuber Zack. Si tratta di un test che accerta la resistenza del prodotto. La tortura di Zack ha rovinato il vetro, che ha riportato delle crepe importanti: il sensore di impronte digitali è andato praticamente fuori uso. Probabilmente il punto debole è la cornice metallica, che non protegge adeguatamente il vetro. Un dettaglio che deve far riflettere il team Huawei.

Roberto Naccarella

Giornalista pubblicista, 32 anni, ho sempre avuto una grande passione: scrivere. Mi piace lo sport, seguo la politica, amo la musica. Diffido di ogni forma di elitarismo. Sono nato il giorno di San Patrizio e mi sento un pò irlandese.