Home » Smartphone » Xiaomi dice basta ai servizi Google sui suoi smartphone con MIUI Cina
Xiaomi MIUI 12.5

Xiaomi dice basta ai servizi Google sui suoi smartphone con MIUI Cina

di Roberto Naccarella

Con MIUI 12.5 niente servizi Google.  È questa la più clamorosa delle novità introdotte da Xiaomi con l’arrivo della nuova versione della sua famosa personalizzazione. I dispositivi che verranno aggiornati alla MIUI 12.5 e versioni superiori non potranno installare i Google Mobile Services, precisando che la decisione è stata presa solo per la China. Per tutti i prodotti che invece funzionano con la versione Global della personalizzazione di Android invece non dovrebbe esserci alcun problema.

Tuttavia, non si può non tenere conto del fatto che molti utenti scelgono di acquistare telefoni del colosso di Pechino sfruttando i canali di importazione per ottenere le versioni cinesi a poco prezzo. Sono proprio loro gli utenti Xiaomi maggiormente interessati da questa novità, dato che ora è necessario lo sblocco del bootloader per poter installare i servizi Google: solo in questo modo infatti si può utilizzare una versione differente della MIUI e abilitare così il supporto.

Il disappunto dei fan non manca, come si può vedere sulla nota piattaforma social cinese Weibo. Sono tanti i post degli utenti inviperiti perchè impossibilitati ad installare il pacchetto GMS sui propri Xiaomi e costretti quindi a fare a meno delle importanti app di Google. Ma quali sono i primi smartphone interessati da questa situazione? Non ci sono ancora conferme ufficiali, ma le voci di corridoio parlano del Redmi K30 Ultra e del Redmi 10X 5G: non saranno comunque gli unici dispositivi coinvolti.

Fonte

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti