Home » App & Gaming » Green Pass falsi a ruba su Telegram: la Polizia chiude 32 canali in Italia
green pass whatsapp

Green Pass falsi a ruba su Telegram: la Polizia chiude 32 canali in Italia

di Michele Ingelido

I furbetti del Green Pass le stanno provando di tutti i colori. Sono in tanti gli italiani che, non volendo effettuare la vaccinazione, hanno provato metodi alternativi per ottenere il certificato verde COVID-19 al fine di continuare nelle proprie attività di intrattenimento quotidiane anche dopo l’obbligatorietà. E da qui sono fioccati i canali Telegram che hanno messo in vendita certificazioni false per eludere i controlli.

Per smascherare i furbetti la Polizia Postale ha condotto un’indagine che ha portato all’identificazione, al sequestro e all’oscuramento di ben 32 canali Telegram che vendevano Green Pass falsi. Sono stati identificati 4 colpevoli di cui 2 minorenni a capo dei suddetti canali. I certificati venivano messi in vendita a prezzi che oscillavano tra i 150 e i 500 euro, con pagamento in buoni acquisto per lo shopping online o in criptovalute.

L’indagine è attualmente ancora in corso con lo scopo di identificare altri canali Telegram che mettono in vendita Green Pass falsi. La Polizia Postale ricorda agli italiani che i certificati originali non possono essere in alcun modo falsificati o manomessi perchè le certificazioni vengono prodotte digitalmente con una chiave privata del Ministero della Salute che ne attesta l’autenticità. Ciò vuol dire che i certificati falsi non possono superare i controlli in fase di verifica con l’apposita app VerificaC19 messa a disposizione dei soggetti preposti.

Fonte

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti