Home » Software » Hacker colpiscono la Regione Lazio: è l’attacco più grave registrato in Italia
hacker italia

Hacker colpiscono la Regione Lazio: è l’attacco più grave registrato in Italia

di Roberto Naccarella

L’ultimo attacco inflitto dagli hacker ha visto come “vittima” il portale della prenotazione dei vaccini della Regione Lazio, assieme al sito dell’ente governativo. Poco dopo la mezzanotte del 1 agosto i malintenzionati hanno messo a segno l’attacco hacker al ced regionale, disattivando tutti i sistemi compresi il sito della Regione Lazio e il portale delle vaccinazioni. Si temeva che l’attacco potesse comportare qualche intoppo alle operazioni relative alla vaccinazione.

Nonostante l’inconveniente, l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, assicura che la campagna vaccinale proseguirà regolarmente. Nella serata di ieri, sono arrivati aggiornamenti su quanto scoperto dagli esperti di sicurezza informatica. Il sistema della Regione Lazio avrebbe subito l’attacco di un trojan cryptolocker. Ma l’infezione dal temibile virus non è tutto, perché gli hacker avrebbero anche chiesto un riscatto in bitcoin, anche se finora non si conosce la cifra esatta.

I principali quotidiani nazionali riferiscono che la polizia postale avrebbe provveduto al potenziamento della struttura degli investigatori per riuscire ad individuare i criminali informatici. I pm potrebbero decidere di procedere per il reato di accesso abusivo a sistema informatico. Anche il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, ha parlato di “fatto gravissimo” e ha rivolto le scuse di tutta l’amministrazione regionale ai cittadini per i disservizi provocati dall’attacco hacker. Le prenotazioni per i vaccini sono state bloccate temporaneamente, mentre ci potrebbero essere dei piccoli ritardi per l’erogazione dei Green Pass.

Fonte

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti