Home » Software » Twitter vuole fungere da blog: in arrivo gli “Articles” e i “Non mi piace”
twitter

Twitter vuole fungere da blog: in arrivo gli “Articles” e i “Non mi piace”

di Roberto Naccarella

Anche Twitter ha bisogno di rinnovarsi e di introdurre funzionalità che siano maggiormente al passo con i tempi e che vengano incontro alle esigenze degli utenti. In particolare, nelle ultime ore è trapelato che il social dei cinguettii sta lavorando alla funzione “Articles”, che consentirà di pubblicare post più lunghi, come se fossero appunto degli articoli. Con questa mossa, la piattaforma vuole probabilmente accontentare soprattutto i creatori di contenuti.

Al momento non ci sono dettagli precisi su come sarà “Articles”, che è stata scoperta nel codice di sviluppo del social dall’utente del microblog Jane Manchun Wong, noto per aver individuato spesso novità sul social network prima del loro lancio. Per ora un portavoce di Twitter ha confermato la funzionalità, aggiungendo che presto verrà tutto chiarito, compreso se verrà dapprima lanciata in versione test o se invece arriverà subito a livello globale.

Gli esperti del settore ritengono probabile che Articles sarà una funzionalità dedicata agli abbonati di Twitter Blue, un servizio che consente di accedere alle funzioni premium del social sottoscrivendo un abbonamento mensile. D’altronde, anche per seguire i contenuti esclusivi dei creatori che hanno attivato i post a pagamento è già necessario sottoscrivere un abbonamento periodico. Negli ultimi anni la piattaforma social ha aumentato il limite dei caratteri, portandolo a 280, impedendo poi che i caratteri di foto e video occupino spazio.

Articles non sono l’unica novità che bolle nella pentola di Twitter: il colosso sta per introdurre anche i Non mi piace alle risposte sotto i tweet a livello globale. E’ stata già effettuata una fase di test in un numero di limitato di Paesi, ma adesso i dislike stanno per arrivare in modalità definitiva in tutto il mondo. Il Non mi piace disponibile sotto forma di freccia in giù per le risposte ai post e i conteggi dei voti negativi non saranno pubblici.

Il Non mi piace aiuterà la piattaforma a informare gli utenti sui contenuti che le persone desiderano maggiormente vedere. La distribuzione inizierà prima di tutto sulla versione desktop, per poi estendersi alle app Android e iOS. Di recente il social ha introdotto anche la possibilità di impostare gli NFT come foto profilo e il Super Follow: una modalità che consente ai follower più attivi di aiutare i creator a guadagnare con i loro contenuti.

Fonte

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti