Home » Software » Google introduce le notifiche di allerta bombardamenti su Android
russia raid aerei

Google introduce le notifiche di allerta bombardamenti su Android

di Roberto Naccarella

La guerra in Ucraina scoppiata dopo l’invasione della Russia prosegue senza sosta, con la popolazione delle varie città che viene avvisata dei possibili raid con le tristemente note sirene antiaeree che quotidianamente risuonano nella capitale Kiev e in tutto il Paese. Google ha cercato di fornire alla popolazione ucraina uno strumento ancora più efficace, che consente di ricevere una notifica su eventuali raid aerei nell’area in cui ci si trova in un determinato momento. Si tratta sostanzialmente della stessa tecnologia già usata dal gigante di Mountain View sugli smartphone Android per l’allerta terremoti.

Nell’ultimo post pubblicato sul proprio blog per aggiornare sulle varie azioni intraprese per supportare la popolazione ucraina, Big G cita proprio questo sistema di allerta per i civili dell’Ucraina in caso di raid russi. Nel post, Google fa presente che il sistema viene implementato su richiesta e con l’aiuto del governo dell’Ucraina e che la novità è complementare ai sistemi di allarme antiaereo già presenti nel Paese invaso: si basa, infatti, su avvisi già forniti dal governo ucraino e i dati sono quindi raccolti da quest’ultimo.

Il meccanismo di Google, come accennato, è quello dell’allarme a bassa latenza che la società statunitense ha già introdotto nel 2020 sui dispositivi Android per l’allerta terremoti. Per i sismi viene utilizzato l’accelerometro del telefono, in modo tale da andare ad intercettare le onde compressionali di un terremoto; in questo caso vengono invece usati gli stessi trigger dei sistemi di allarme antiaereo ucraini e si aggiunge all’app sviluppata da Ajax Systems disponibile gratuitamente sul Play Store che invia notifiche di raid aerei alla popolazione ucraina.

Fonte

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti