Home » Gadget » Monopattini elettrici? Via libera come bici: lo Stato apre alla micromobilità
monopattini elettrici xiaomi

Monopattini elettrici? Via libera come bici: lo Stato apre alla micromobilità

di Michele Ingelido

Il lungo dibattito a proposito della regolamentazione o meno della micromobilità elettrica è finalmente terminato, ed in termini positivi per tutti i possessori di monopattini elettrici. E’ stata infatti pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la legge 160 del 27 Dicembre 2019 che li equipara ufficialmente ai velocipedi, ossia alle biciclette. Sarà quindi possibile da ora in poi circolare liberamente nelle città con il monopattino elettrico, a patto che sia entro i limiti di potenza e velocità imposti. Dal testo della legge:

I monopattini che rientrano nei limiti di potenza e velocità definiti dal decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 4 giugno 2019, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 162 del 12 luglio 2019, sono equiparati ai velocipedi di cui al codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285.

I monopattini elettrici possono essere quindi utilizzati senza l’obbligo di assicurazione, targa, patente o casco all’interno dei contesti urbani, proprio come le biciclette. Bisognerà però che rispettino determinati requisiti: il motore non deve avere una potenza superiore ai 500W e la velocità massima non deve superare i 20 km/h, che si riducono a 6 km/h nelle aree pedonali.

I limiti di velocità aumentano a 30 km/h sulle piste ciclabili e sulle strade, mentre non è ammessa la circolazione sui marciapiedi. C’è inoltre bisogno della presenza sui due ruote di un limitatore di velocità, di una luce anteriore, una luce posteriore e un cicalino. Ciò incentiverà sia la micromobilità elettrica da parte dei privati che le compagnie di sharing, le quali saranno abilitate a fornire anche i monopattini elettrici in tutta legalità.

fonte

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.

Potrebbe anche interessarti