Home » App & Gaming » Netflix vuole liberarsi della condivisione degli account: stretta in arrivo
documentari sulla tecnologia netflix

Netflix vuole liberarsi della condivisione degli account: stretta in arrivo

di Carlo Desi

Se siete tra coloro che, titolari di un account su Netflix, hanno “omaggiato” della propria password parenti ed amici fornendogli il servizio gratis, preparatevi ad una stretta non indifferente. Il noto servizio di streaming (il più usato al mondo con oltre 200 milioni di iscritti) ha infatti iniziato a testare una limitazione per evitare che più persone non facenti parte dello stesso nucleo familiare utilizzino il servizio con un solo account. In cosa consiste? Vediamo di fare chiarezza insieme.

Netflix, un account per più utilizzatori

Netflix, lo sappiamo, consente di usufruire ai propri contenuti utilizzando un account con relativa password. Ad ogni account corrisponde il pagamento di un abbonamento. I termini del servizio sono da sempre molto chiari e indicano come si debba fare un uso personale e non commerciale del proprio account e come non sia possibile la condivisione con persone al di fuori del proprio nucleo domestico.

Difatti, però, le cose non vanno così. Quanti sono, ad esempio, i genitori che hanno attivato un abbonamento e hanno fornito i dati del proprio account ai figli residenti altrove? Proprio per limitare questa tendenza, che secondo recenti studi riguarderebbe addirittura il 33% degli abbonati, Netflix ha deciso di limitare questa possibilità sebbene ciò non significhi azzerarla del tutto. Chi, insomma, vorrà ancora condividere i propri dati potrà farlo ma con qualche “sacrificio” in più.

In cosa consiste la limitazione

Nonostante Netflix sia il primo servizio al mondo per la trasmissione dei servizi in streaming, è naturale che comportamenti come quelli di coloro che condividono il proprio account con più persone si traducano in ingenti perdite. Questo dettaglio, aggiunto alla necessità di proteggere i dati sensibili di ogni proprietario di un account ha portato ad iniziare i test per una sorta di “limitazione” che è partita proprio nelle ultime ore.

In cosa consiste? Nel momento stesso in cui ci si collegherà ad un account ed il sistema “sospetterà” che chi si sta collegando non vive insieme al titolare dell’abbonamento, mostrerà un messaggio a video. Questo inviterà ad accedere con il proprio account subordinando la fruizione del servizio all’inserimento di un codice ricevuto dal proprietario via email o sms. Una volta inserito il codice, il servizio verrà offerto come al solito.

netflix limite condivisione account

Si tratta, dunque, di una sorta di verifica di identità del proprietario dell’account. Come abbiamo evidenziato, però, nulla vieta a più persone di continuare ad utilizzare lo stesso abbonamento. Basterà, infatti, che il proprietario dia i codici ricevuti ad ogni tentativo di accesso a parenti ed amici. Procedura che dovrà ripetersi ad ogni accesso ritenuto “non autorizzato”. Di certo un po’ macchinosa ma, evidentemente, arginabile. Come risponderà Netflix? Lo vedremo nei prossimi mesi. Stay tuned!

Fonte

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti