Home » Gadget » Furti e stalking con gli AirTag: Apple spiega come proteggersi in una guida
apple airtag

Furti e stalking con gli AirTag: Apple spiega come proteggersi in una guida

di Roberto Naccarella

Tra i dispositivi più interessanti lanciati da Apple negli ultimi tempi ci sono sicuramente gli AirTag, i localizzatori intelligenti che la “Mela” ha rilasciato sul mercato nel corso della primavera 2021 e che consentono agli utenti di individuare determinati dispositivi a cui sono agganciati attraverso il GPS e la rete di dispositivi Apple. In questi mesi questi tracker si sono rivelati molto utili, anche se c’è chi ha provato ad usarli per scopi tutt’altro che legali.

Proprio un mese fa l’influencer statunitense Jeana ha rivelato su Twitter di essere stata seguita con un AirTag altrui. Ed in effetti le segnalazioni in tal senso sono state molte in questo ultimo anno: sono molte le testimonianze di utenti a cui è stata sottratta la vettura – spesso anche di lusso – grazie agli AirTag agganciati al telaio del veicolo stesso. In questo modo i malintenzionati possono seguire il proprietario in tutti i suoi spostamenti e piazzare il colpo quando lo stesso è lontano dall’auto. Stesso discorso per chi invece vuole stalkerare una persona, agganciando i tracker su auto, borse o vestiti altrui.

Il gigante di Cupertino ha realizzato un prodotto di ottima fattura, che emette un suono molto forte quando non riesce più a rilevare l’iPhone o l’iPad con cui è stato configurato (in un lasso di tempo che va tra le 8 e le 24 ore). Tramite l’app “Dov’è” si può localizzare il tracker ed eventualmente raggiungerlo. Per bloccare stalking e furti, Apple ha provveduto all’aggiornamento di una delle sue guide sulla sicurezza, introducendo nuove sezioni dedicate proprio a questi piccoli dispositivi. Potete accedervi sul sito ufficiale.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti