Roadreader, il progetto di Huawei che guida l’auto con il Mate 10 Pro

Il Mate 10 Pro di Huawei non avrà senz’altro vita facile nel mercato statunitense, vista la concorrenza particolarmente elevata, ma questo non gli impedisce di essere considerato comunque uno smartphone di enorme livello e dalla grande capacità. A detta degli addetti ai lavori, l’ultimo prodotto della casa di Shenzhen può essere considerato a tutti gli effetti un “top di gamma”, anche perchè l’azienda ha voluto mettere decisamente in risalto l’intelligenza artificiale sul Mate 10 Pro con un esperimento intrigante e innovativo dal nome “RoadReader”.

In vista del Mobile World Congress, che comincerà lunedì 26 febbraio a Barcellona, Huawei ha trascorso circa 5 settimane a lavorare sul Mate 10 Pro per permettere allo smartphone di pilotare un’auto senza conducente sfruttando la sua intelligenza artificiale. L’idea di base del progetto “Roadreader” non è quella di avere un pilota automatico, ma piuttosto quella di riconoscere gli oggetti che l’auto si trova di fronte usando la fotocamera AI e decidendo quindi cosa fare direttamente con lo smartphone.

Huawei ha configurato il telefono per controllare una Porsche Panamera su cui erano stati installati in precedenza dei telecomandi controllati dal dispositivo. Per dimostrare la validità di “Roadreader”, la casa di Shenzhen ha diffuso un video dove la Porsche Panamera guidata tramite il Mate 10 Pro riesce ad evitare un cane che si trovava lungo il percorso.

via

Roberto Naccarella

Giornalista pubblicista, 32 anni, ho sempre avuto una grande passione: scrivere. Mi piace lo sport, seguo la politica, amo la musica. Diffido di ogni forma di elitarismo. Sono nato il giorno di San Patrizio e mi sento un pò irlandese.