Home » Software » Amazon, Apple, Google, Facebook nel mirino dell’Antitrust: troppo controllo
amazon google apple facebook

Amazon, Apple, Google, Facebook nel mirino dell’Antitrust: troppo controllo

di Roberto Naccarella

“Troppo controllo”. E’ questa la motivazione che sta alla base delle indagini portate avanti dall’Antitrust nei confronti di alcuni dei più importanti colossi che operano nel settore tecnologico. Amazon, Apple, Google e Facebook sono chiamate a rispondere alle accuse di “pratiche anticompetitive”, emerse in seguito alle indagini durate 13 mesi che hanno rivelato diverse criticità nel modo di fare business delle aziende di proprietà di Jeff Bezos, Tim Cook, Sundar Pichai e Mark Zuckerberg.

Sono stati proprio loro a comparire dinanzi al Congresso, che vuole fare piena luce sulle attività dei quattro giganti. “Queste aziende sono diventate troppo potenti, ancora di più con la pandemia, bisogna fare qualcosa”, l’approccio della Commissione riportato anche dai più importanti siti di informazione. Ma cosa viene principalmente contestato ad Amazon, Google, Facebook e Apple? Per farla breve, i quattro colossi (che insieme valgono circa 5000 miliardi di dollari, ndr) avrebbero frequentemente abusato della loro “posizione dominante”, andando a soffocare la concorrenza minore.

Ma non è tutto, perchè l’amministrazione guidata da Donald Trump ritiene anche che Facebook e Google siano troppo schierate politicamente e che bastonino fin troppo repubblicani e conservatori. Tuttavia, anche i democratici hanno qualcosa da dire nei confronti di Zuckerberg e Pichai, che farebbero troppo poco per contrastare l’incitamento all’odio sul web.

Fonte: BBC

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.

Potrebbe anche interessarti