Home » Software » Google Assistant introduce la Modalità Guida: meglio di Android Auto?
modalità guida google assistant

Google Assistant introduce la Modalità Guida: meglio di Android Auto?

di Roberto Naccarella

Sui dispositivi mobili con Android arriva una funzionalità più interessante di Android Auto, almeno per quanto riguarda l’uso dello smartphone nei veicoli senza una autoradio smart dedicata. Finalmente Google Maps sta per avvalersi della Modalità Guida, una funzione lungamente attesa dagli utenti. La Modalità Guida con Google Assistant è stata lanciata già negli Stati Uniti qualche mese fa ma è ora “sbarcata” anche in Europa. In questi giorni delle festività pasquali è stata infatti segnalata in Germania, dopo essere stata annunciata addirittura al Google I/O 2019.

Nei prossimi mesi, salvo ulteriori ritardi, la Modalità Guida arriverà anche negli altri Paesi europei, Italia compresa. Si tratta di una funzione molto importante, che consente di poter guidare la propria vettura e consultare Google Assistant, in modo tale da avere sempre a portata di mano tutte le informazioni necessarie, a cominciare dalle indicazioni per raggiungere una determinata meta tramite Maps. Inoltre, con la Modalità Guida dell’assistente virtuale di Big G si possono gestire le applicazioni musicali e le notifiche, senza distrarsi durante la guida e andare incontro a situazioni pericolose.

I tasti dell’interfaccia sono di grosse dimensioni, in modo tale da rendere semplice il clic. Stando a quanto riportato da diversi siti, per poter funzionare correttamente la Modalità Guida ha bisogno di uno smartphone con un minimo di 4 GB di RAM e con un sistema operativo Android 9 o successivi. Per abilitarla basterà andare sul menu delle impostazioni di Google Assistant e recarsi successivamente nella sezione dedicata.

Fonte

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti