Home » Guide Tech » Guide » Top 10 migliori autoradio 1 DIN economiche (sotto i 100 euro) del 2020
autoradio 1 din economiche

Top 10 migliori autoradio 1 DIN economiche (sotto i 100 euro) del 2020

di Michele Ingelido Aggiornato il
Aggiornato il

Chi possiede un’automobile sa che viaggiare senza una comune autoradio 1 din o 2 din non è tra le esperienze più divertenti del mondo. Magari lo stereo installato nella vostra vecchia macchina e che avete usato da anni non vi soddisfa più perchè non è più all’avanguardia come pensavate, e vi siete accorti che la moda delle cassette è finita da tempo, quindi volete aggiornarvi e avere anche voi il Bluetooth, compatibile con il vostro smartphone Android o iPhone, il navigatore o GPS, magari con schermo LCD o touch screen.

Oppure siete costretti a cambiare la vostra autoradio 1 DIN perchè la vecchia fa i capricci, i collegamenti con le casse della vostra auto fanno pena e ascoltare Freddie Mercury balbettare è la cosa meno musicale del mondo, e allora vi siete decisi che è arrivato il momento di cambiare. E al giorno d’oggi sapete bene che non c’è nemmeno per forza bisogno di arrivare fino al vostro Mediaworld di fiducia per acquistarne una, ma potrete restare stravaccati sulla vostra sedia e ordinarla da Amazon, che altro che fiducia, già guardare il sorriso nel logo mette addosso la speranza della pace nel mondo.

Ma scherzi a parte, dalle offerte per le marche più famose come la Sony, la Pioneer e la Kenwood ai modelli più economici (o detto più chiaramente, cinesi), oggi andiamo a parlare delle migliori autoradio a 1 DIN economiche sotto i 100 euro e di come effettuare la scelta migliore quando si va ad acquistare questa tipologia di prodotto per le proprie automobili.

Indice

Migliori autoradio 1 din economiche tra 50 e 100 euro

Hoidokly

Hoidokly

Partiamo con il miglior modello più economico attualmente presente su Amazon. Nonostante il prezzo, a parte l’obbligatoria radio FM, questa autoradio 1 DIN economica da 60W, è dotata comunque di molte funzioni extra che si trovano in giro. C’è il bluetooth per poter collegare un dispositivo come smartphone o tablet Apple o Android, con tanto di microfono incorporato da utilizzare per chiamate in vivavoce, in modo tale da poter tenere in tasca o altrove il proprio telefono.

Sono presenti una porta USB, SD e AUX, nel caso si vogliano collegare chiavette USB, schede come le micro SD, oppure un lettore mp3 o ancora il proprio smartphone via cavo jack/jack da 3,5 mm. Manca solo il lettore CD. Utile il telecomandino infrarossi in dotazione, con cui poter interagire con l’autoradio 1 DIN a distanza. Possibile anche un minimo di gestione dell’equalizzazione, potendo selezionare uno tra vari generi musicali.

Andven

Andven

Saliamo leggermente di prezzo e troviamo questa pur sempre ultra economica Andven. Non ci sono molte differenze rispetto al modello precedente, almeno a livello di funzioni. Anche qui abbiamo 60W di potenza, con bluetooth, alloggio per chiavetta USB, SD, e cavo AUX, con tanto di telecomandino. Esteticamente un po’ diversa, forse un po’ meno “tamarra” della prima e un po’ più elegante. Per il resto siamo lì, anche gli alloggi per l’installazione sono quasi identici.

Aigoss

Aigoss

Andiamo un po’ più su di qualche euro, e tra le varie scelte abbiamo deciso di inserire questa Aigoss, distribuita al momento con tanto di bollino “Amazon’s Choice” . Le funzioni sono pressochè identiche alle precedenti, le uniche differenze le possiamo trovare nell’estetica: molto particolare, ha uno stile vintage che permette di adattarsi anche ad automobili più vecchiotte senza sembrare fuori luogo. La seconda differenza è che qui abbiamo due manopole scrollabili e cliccabili, una sulla sinistra per il volume e l’accensione dell’autoradio 1 DIN, e un’altra sulla destra principalmente per il cambio canzoni.

ieGeek (con orologio)

ieGeek

Siamo sulla trentina di euro, e tra le autoradio a 1 Din economiche più acquistate su Amazon c’è questa ieGeek. Le cose si fanno più interessanti, perchè qui, a parte il design decisamente più elegante, minimale, e senza troppe luci invadenti e sbrillucicanti, c’è qualche novità. Prima di tutto, oltre alle solite funzioni, troviamo due porte USB, una per la ricarica del proprio dispositivo, più una per collegare la classica chiavetta per la musica.

Al centro, sopra lo schermo principale c’è un altro piccolo schermetto che vi indicherà l’ora; e infine c’è il tasto RDS (per trasmettere le informazioni sul traffico), che include la funzione TA (che permette di memorizzare circa 30 categorie di programmi), e la funzione AF (che ricerca automaticamente le frequenze quando l’auto entra in un luogo in cui il segnale è debole). Ultimo appunto: lo scompartimento per le schede, in questo caso è solo per la micro SD.

Honboom (con display a colori)

Honboom

Tra le meno costose e le più acquistate tra le autoradio 1 din economiche con display a colori, c’è questa Honboom. Naturalmente la più grande novità fino ad ora tra i prodotti di questo articolo è la presenza dello schermo touch screen da poco più di 4 pollici, veramente molto comodo per navigare all’interno dell’interfaccia dell’autoradio.

Grazie al display, tra le varie cose, avremo modo di visualizzare e selezionare i nostri file con facilità, e in questo caso ci riferiamo anche a file video; insomma se siete in procinto di fare un lungo viaggio in macchina, potreste anche decidere di gustarvi un bel film per sovvertire la noia. Ovviamente noi non lo consigliamo, se non volete finire in un episodio di Squadra Speciale Cobra 11.

Per il resto, tra le altre novità, ci sono due telecomandi (uno come quelli già visti nei precedenti modelli, e uno da posizionare al volante e poter interagire con l’autoradio in maniera più sicura) e c’è la possibilità di collegare delle videocamere, per esempio per il parcheggio, il cui output verrà visualizzato sullo schermo. Unico svantaggio è che di base è dotata solo di 30W, ma la cosa bella è che nulla ci vieta di collegare dispositivi audio esterni, per aumentarne la potenza.

Migliori autoradio 1 din economiche tra 50 e 100 euro

Sony DSXA212UI

Sony

Alziamo un po’ l’asticella e iniziamo a consigliarvi autoradio 1 din economiche prodotte da marchi un po’ più blasonati e rassicuranti della precedente parte dell’articolo. Niente schermo touchscreen su questa Sony, ma su questa fascia di prezzo, la qualità generale aumenta di un bel po’.

Le funzioni sono pressochè simili alle autoradio 1 din economiche viste in precedenza, con la differenza che con questo modello è possibile la lettura di file FLAC, e c’è un tasto in più chiamato Extra Bass, nel caso vogliate aumentare la potenza dei bassi. La potenza di base è di 55Wx4. Notevole la qualità e l’aspetto dei materiali, meno “cheap” rispetto ad altri modelli di cui abbiamo parlato.

Kenwood KMM-DAB403

Kenwood

Sotto gli 80 euro, di un euro, troviamo questa Kenwood, la cui funzione distintiva è la radio digitale DAB, che nel giro di non molto tempo andrà prima o poi a surclassare la radio FM, in favore di una qualità audio decisamente maggiore (maggiori informazioni a fine articolo).

Per il resto abbiamo, con la porta USB in dotazione, la possibilità di poter connettere anche il nostro smartphone ed usarlo come dispositivo di massa e contenitore/riproduttore di canzoni, ci si può collegare un microfono esterno nel caso quello di default non sia soddisfacente per le proprie esigenze, e una potenza di 14.4 volt.

Offerta
Kenwood KMM-DAB403 Autoradio Digitale, Nero
50 Recensioni

Pioneer DEH-S3000BT

PioneerS300

La Pioneer non ha di certo bisogno di presentazioni, e credo che anche con questo modello potrete andare sul sicuro. Con poco più di 80 euro, vi portate a casa un gioiellino da 4x50W di potenza MOSFET. Per gli appassionati del supporto fisico e i collezionisti, questa può essere un’ottima notizia, perchè in questa autoradio 1 din economica c’è anche il vano CD, oltre alla lettura di file FLAC. Per il resto delle funzioni è dotata dell’ormai immancabile bluetooth,  schermo LCD, USB,  entrata AUX, nessun entrata SD purtroppo, ma in compenso possiamo pompare i bassi a più non posso attraverso il Dynamic Bass Enhancer.

JVC KD-T702BT

JVC

Molto simile, sia esteticamente che economicamente, al precedente modello, questa autoradio 1 din economica JVC, si distingue dalle altre grazie alla funzione doppio Bluetooth. Cioè, in parole povere, potrete connettere due dispositivi contemporaneamente alla vostra macchina, con tanto di Spotify Control. Anche la porta USB, con la lettura rapida di memorie di massa, potrà accogliere il vostro smartphone Android, sia per la ricarica, sia per la riproduzione di brani. Ulteriori vantaggi nella personalizzazione dell’equalizzazione, non limitata ad una scelta random di un genere musicale, e la presenza di un microfono esterno, da posizionare dove è più comodo per il segnale.

Offerta
JVC Autoradio
38 Recensioni

Pioneer SPH-10BT [Autoradio 1 DIN consigliata]

Pioneer SPH

Ultima menzione, sfioriamo quasi i 100 euro e ritorniamo a parlare di Pioneer, con questo modello di autoradio all’avanguardia, come di consueto retroilluminata e con possibilità di collegare uno smartphone con tanto di supporto fisico integrato. Come molti dei modelli citati anche qui siamo sui 50Wx4, ma si può regolare con precisione l’uscita audio grazie all’equalizzatore grafico a 13 bande.

Una delle cose che acchiappa subito l’occhio è sicuramente il vano per il porta device (ruotabile in verticale e orizzontale), che permette di utilizzare il proprio smartphone in maniera più comoda e sicura di come si farebbe altrimenti. Molto interessante anche utilizzarlo tramite l’app Smart Sync di Pioneer, con la quale potrete interagire comodamente con l’autoradio, personalizzandone i settaggi, tra cui anche i colori delle luci.

Come scegliere le migliori autoradio 1 DIN

Cosa guardare per effettuare una scelta tra le migliori autoradio 1 din economiche? Che specifiche devono avere e di cosa non abbiamo bisogno? Dopo avervi mostrato i migliori modelli, qualora ne abbiate voglia, desideriamo darvi anche la possibilità di capire autonomamente come effettuare la scelta migliore. Lo facciamo attraverso i seguenti paragrafi che completano questa guida all’acquisto. Per ulteriori informazioni potete entrare in contatto con noi utilizzando il box dei commenti.

Caratteristiche chiave

Ecco le caratteristiche più richieste all’interno di una autoradio 1 DIN economica, quelle che la maggior parte degli utenti non vorrebbero mancassero all’interno della propria auto.

  • Bluetooth: ormai quasi immancabile su tutti i modelli di nuova generazione, utilissimo per la connessione di dispositivi per riproduzione musicale e per chiamate in vivavoce.
  • Microfono interno/esterno: naturalmente no microfono, no chiamate in vivavoce. Almeno uno interno è consigliabile, e la maggior parte dei modelli di oggi ce l’hanno in dotazione. Meno frequente quello esterno, di solito da acquistare a parte con un filo, per posizionarlo dove si preferisce.
  • USB (ricarica/memoria di massa): una porta USB per la ricarica dello smartphone, e per il collegamento di memorie di massa può tornare sempre utile; assicuratevi della sua presenza sulla vostra potenziale scelta.
  • USB (ricarica/memoria di massa/smartphone): alcune autoradio 1 din economiche hanno una doppia porta USB, una come quella appena citata in precedenza, più una come questa, che permette in aggiunta di utilizzare il cellulare come memoria di massa e riprodurne le canzoni.
  • Entrata AUX: metodo alternativo utilizzato principalmente per ascoltare la musica con smartphone o lettori mp3, tramite un cavo jack/jack da 3,5 mm. Nel caso il bluetooth faccia cilecca, può tornare utile per ovviare al problema.
  • Entrata SD/microSD: ormai presente sulla maggior parte dei modelli, è un metodo in più per usufruire della vostra musica in automobile, perchè rinunciarci?

Supporto a smartphone Android e iPhone

autoradio 1 din con supporto Android e iPhone

Il supporto agli smartphone di ultima generazione può essere un vantaggio comodo da avere in un autoradio 1 din. Per esempio alcuni modelli permettono di gestire la riproduzione musicale direttamente dal dispositivo stesso, in termini più o meno approfonditi.

Ce ne sono poi altre che hanno incluso lo Spotify Control, o che attraverso l’installazione di un’app apposita permettono di gestirne magari l’equalizzazione in maniera più capillare, impostare delle macro, come per esempio il tasto di navigazione su Google Maps, oppure personalizzare l’estetica dell’autoradio, attraverso la modifica di colori.

Misure

autoradio 1 DIN VS 2 DIN

Per quanto riguarda le misure, la cosa principale da tenere in considerazione, è di quanti DIN la vostra autoradio deve essere per poter essere installata correttamente nell’automobile. In questo articolo per esempio abbiamo visto i migliori modelli a 1 DIN, ma abbiamo parlato in precedenza anche dei modelli a doppio DIN (o 2 DIN), la cui differenza sostanziale è la grandezza maggiore (180 x 110 mm), e il fatto che la gran parte di questi modelli è dotata di schermo e possono collegarsi facilmente ai recenti smartphone.

Una volta capito di quanti DIN la vostra autoradio 1 din deve essere, non dovete far altro che guardare alle reali misure fisiche reali nella scheda tecnica del prodotto e confrontarle con lo scompartimento della vostra macchina. Ma di solito le misure sono universali e non c’è molto da scervellarsi.

Cos’è la radio DAB (e DAB+)?

Ne abbiamo dato qualche accenno anche in questo articolo, ma che cosa sta a significare questo acronimo? No, non è la DAB che forse pensate voi, ma sta per Digital Audio Broadcasting ed è uno standard di radiodiffusione digitale, sviluppatosi negli ultimi tempi, che permette la trasmissione sonora di programmi radiofonici in alta qualità.

E’ un sistema sempre più in diffusione nel mondo, e si probabilmente andrà sostituire il sistema FM. Forse il processo non sarà dei più veloci a causa di problemi legati anche alla riassegnazione delle stazioni, ma ci si sta lavorando, e anche in Italia, a partire dal 2020 le radio dovranno, per legge, avere almeno un’interfaccia digitale, che sia via internet o DAB. Avere anche questa opzione sulla propria autoradio 1 din può portare in anticipo sui tempi, senza magari incorrere in problemi di vario tipo fra qualche tempo.

E la DAB+? Beh, la DAB+ non è altro che la “versione 2.0” della DAB originale, detto in poche parole la qualità audio è equiparabile a quella di un compact disc. E’ stata introdotta successivamente ed ha praticamente sostituito la DAB originaria, tant’è che oggi quando si parla di DAB si sottintende che si stia parlando della nuova “versione”, eludendo il +.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.

Potrebbe anche interessarti