Home » Smartphone » Nubia Z30 Pro è ufficiale: un ZTE Axon 30 Ultra con ricarica a 120W!
nubia z30 pro

Nubia Z30 Pro è ufficiale: un ZTE Axon 30 Ultra con ricarica a 120W!

di Roberto Naccarella

Come trapelato in queste ultime settimane, nella giornata di ieri, giovedì 20 maggio, è stato ufficialmente presentato in Cina il Nubia Z30 Pro, ovvero l’ultimo smartphone top di gamma realizzato dalla società cinese lanciata da ZTE. Le caratteristiche tecniche di questo prodotto sono in linea con quanto emerso nelle indiscrezioni, anche se un’assenza ha un po’ deluso gli utenti. Parliamo della fotocamera anteriore sotto al display di seconda generazione, che veniva data per certa nei “leak” e che invece la casa produttrice ha ritenuto non necessaria.

Per il resto, Z30 Pro è un telefono che mostra molte somiglianze con l’Axon 30 Ultra, ultimo smartphone di punta di ZTE. La differenza sostanziale è la batteria, da 4.200 mAh su questo nuovo modello (leggermente inferiore rispetto al “collega”) ma con una ricarica più rapida dalla potenza di ben 120 W. Il display è un OLED da 6,67 pollici con refresh rate a 144 Hz, mentre il processore che alimenta questo dispositivo è il potente Snapdragon 888: bastano questi due aspetti a stabilire che Nubia Z30 Pro è senza dubbio un top di gamma.

Se non dovesse bastare, Nubia Z30 Pro dispone anche di una quadrupla fotocamera posteriore, con tre sensori da 64 MP (compreso quello principale con Flash LED e Autofocus PDAF) e un quarto sensore da 8 MP periscopico con zoom ottico 5x. Sul davanti, invece, troviamo una fotocamera da 16 MP posizionata nel “foro”. Per quanto riguarda i prezzi, in Cina si va dai 635 euro della variante 8/128 GB ai 765 euro del modello con 16 GB di RAM e 512 GB di storage. Ricordiamo che ZTE Axon 30 Ultra, di cui questo dispositivo è quasi un rebrand, sarà presto disponibile anche in Italia. Non abbiamo invece dettagli sul lancio del nuovo Nubia al di fuori della Cina.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti