Top 5 migliori notebook FreeDos economici (2018)

Acquistare un computer è sempre un grande passo in quanto i PC, che abbiano il sistema operativo Windows 10 o Mac OS X, non hanno mai prezzi bassi, anche nelle migliori offerte. Specialmente i PC portatili che includono lo schermo e si possono utilizzare in mobilità, sono molto più costosi rispetto ai PC desktop ed è spesso molto difficile trovare il miglior prezzo. Tuttavia c’è un modo per aggirare questo problema e risparmiare anche centinaia di euro per comprare un computer portatile: acquistare un notebook senza sistema operativo.

Cosa sono questi tipi di PC? Si tratta di laptop con un comparto software simile ai vecchi MS-DOS senza interfaccia utente grafica, nei quali si possono eseguire programmi compatibili proprio con questo OS. La scelta intelligente per risparmiare sta proprio nell’acquistare un notebook FreeDos ed installare in seguito i sistemi operativi. Potete metterci Windows 10, Linux o qualsiasi altro OS che può stare in un computer portatile.

Tra l’altro installare un sistema operativo su notebook, netbook e ultrabook, specie quello di casa Microsoft che attualmente funziona anche su tablet PC, oggi giorno è molto facile. Basta masterizzare l’OS su un supporto come un CD o una chiavetta USB (o avere il CD o DVD originale), accedere al BIOS del computer e avviare l’installazione. I laptop di questo genere sono disponibili in offerta a prezzi incredibili, e parliamo sia di quelli con processori AMD che quelli con CPU Intel Core i3, i5 e i7.

Si tratta degli stessi notebook (Asus, Acer, HP, Samsung, Toshiba e tanti altri) che troviamo di solito nei negozi online nuovi o usati, oppure da Mediaworld, con la differenza che non c’è Microsoft Windows. Per fare davvero un affare bisogna però trovare il miglior notebook di questo tipo. Dopo avervi proposto la top 5 migliori notebook economici 2016 (sotto i 300 euro) e la top 5 migliori custodie e borse notebook universali, vi mostriamo la top 5 migliori notebook FreeDos economici (2018).

Sommario: puoi usare i collegamenti seguenti per spostarti facilmente nella guida

Come si usano i notebook FreeDos

C’è solo Microsoft Windows o esistono altri OS gratis?

Dove comprare Windows 10 o altre versioni

Migliori notebook FreeDos: la top 5

Come installare il sistema operativo

Come si usano i notebook FreeDos

Per poter usare i notebook FreeDos come un PC normale, prima di tutto bisogna installare un sistema operativo. Una volta che installate all’interno l’OS, i computer di questo tipo diventano esattamente uguali agli altri, non c’è più nessuna differenza.

Quindi con il sistema operativo installato non bisogna fare altro che accendere il PC, inserire la password qualora l’abbiate impostata, e poi installare i programmi che vi servono. Il problema non è come usare i notebook FreeDos, ma come riuscire a installare al suo interno il sistema operativo e dove prenderlo. Iniziamo quindi a vedere come fare tutto ciò.

C’è solo Microsoft Windows o esistono altri OS gratis?

Per un lungo periodo Windows 10 è stato un sistema operativo del tutto gratuito, chiunque poteva scaricarlo e installarlo nel proprio notebook FreeDos senza costi aggiuntivi. Ma adesso è a pagamento, e quindi c’è chi vuole giustamente risparmiare.

Se siete una di queste persone, dovete sapere che esistono anche sistemi operativi gratuiti da installare in un notebook FreeDos. I più famosi tra questi sono Linux e Ubuntu, che potete scaricare gratuitamente dai relativi siti ufficiali. Dopo averli scaricati dovrete inserirli in un supporto di archiviazione per poterli installare: per maggiori informazioni su come fare vi rimandiamo ai paragrafi finali di questa guida all’acquisto.

Dove comprare Windows 10 o altre versioni

Per fortuna non è difficile trovare Windows 10 praticamente ovunque, anche a prezzi ridotti. Se lo acquistate nei negozi fisici lo pagherete a prezzo pieno. Tuttavia online c’è chi vende solo la licenza del sistema operativo, mentre l’OS in sè va scaricato online nella versione senza attivazione. Facendo in questo modo si risparmia ma si ha lo stesso un OS attivato e pronto all’uso.

Non c’è la necessità di avere la copia fisica per far funzionare Windows sul proprio computer, ma con una copia fisica si ha già il DVD pronto da inserire e installare, e ci si risparmia di creare il supporto di archiviazione auto-installante da zero per il proprio notebook FreeDos. C’è anche chi scarica Windows servendosi della pirateria, ma preferiamo non incoraggiare queste pratiche.

Attenzione: se potete procurarvi un file ISO e volete installare il sistema operativo su PC da una penna, seguite la guida come installare Windows 10 da USB creando una chiavetta bootable!

Migliori notebook FreeDos: la top 5

Arriviamo ora al dunque e vediamo quali sono i 5 migliori notebook senza sistema operativo da acquistare attualmente. La classifica tiene conto delle specifiche e dei prezzi dei vari notebook FreeDos, quindi è ordinata per fascia di appartenenza. Si parte da quella bassa coi modelli più economici, fino ad arrivare a quelli di fascia più alta.

5) HP 255 G5

notebook freedos

Questo PC ha letteralmente un prezzo bomba: costa quanto uno smartphone economico eppure è un vero e proprio notebook a tutti gli effetti. Il suo display vanta una diagonale di 15,6 pollici e visualizza a video con una risoluzione HD di 768 x 1366 pixel. Buono il livello di dettaglio del display per il prezzo, segno che non è un prodotto scarso seppur viene venduto ad un prezzo a cui trovare un computer portatile di oggi è quasi un miracolo.

Il processore è un AMD E2-7710 ed è accompagnato da 4 GB di memoria RAM e da un hard disk da 500 GB. Garantisce performance soddisfacenti se l’utilizzo che ne facciamo è basico: navigazione e alcuni programmi, senza sconfinare nel gaming dal quale ci si può aspettare poco. La batteria garantisce una autonomia media sufficiente che ammonta ad oltre 4 ore, ed è anche integrato un lettore DVD.

Di seguito il link per acquistarlo tramite Amazon:

4) Lenovo B50-50

notebook freedos

Uno dei principali vantaggi di questo notebook è sicuramente il comparto hardware. La macchina vanta sotto la scocca un processore Intel Core i3-5005U, ed è praticamente impossibile trovare un i3 su questa fascia di prezzo. Il processore è accompagnato da 4 GB di memoria RAM e 500 GB di hard disk.

La CPU garantisce delle temperature molto basse nonostante il prezzo altrettanto basso, ciò risulta nella assenza di problemi di surriscaldamento ed anche in ventole che sono molto silenziose. E inoltre ciò sfocia in delle ottime prestazioni negli utilizzi di base ma anche con programmi più pesanti della norma oltre che nei videogiochi entry level, a cui di solito su questo prezzo non si pensa nemmeno.

Lo schermo è da 15,6 pollici e mostra le immagini ad una risoluzione HD di 1366 x 768 pixel. Ottima la retroilluminazione che non causa fastidiosi “sbrilluccichii” (che di solito si possono trovare su portatili di fascia bassa), e c’è anche da segnalare che stiamo parlando di un monitor opaco, quindi anti riflesso e che non stanca la vista. La batteria a 4 celle garantisce in media circa 5 ore di autonomia. Sul lato connettività troviamo anche un lettore di schede SD integrato.

Vi lasciamo il link per acquistarlo direttamente da Amazon:

3) Asus P2520LA-XO0281D

notebook freedos

Con una elegante e raffinata qualità costruttiva, buone caratteristiche ed un prezzo bomba, questo è uno dei portatili che costano poco più apprezzati dal pubblico. Fa parte della serie Asuspro Essential e vanta un monitor da 15,6 pollici anch’esso con una risoluzione HD di 1366 x 768 pixel (che è opaco e riduce al minimo i riflessi).

Vantaggio di questo pannello è una distribuzione omogenea della luminosità, dettaglio molto importante per un’esperienza di visualizzazione buona e senza affaticamenti. Tra i componenti hardware troviamo anche qui un processore Intel Core i3 nonostante si venda a poco prezzo (modello 4005U), supportato da 4 GB di memoria RAM e un hard disk dalla capacità di 500 GB.

Il PC fornisce delle buone performance per utilizzi multimediali, per programmi di lavoro non estremamente pesanti e per la navigazione, con dei risultati decenti anche nei videogiochi leggeri. Tra l’altro è difficile che si surriscaldi e questo non causa lag o rallentamenti. Ha una tastiera confortevole ed un lettore DVD oltre a 3 porte USB. Di spicco l’autonomia della batteria che riesce abbondantemente a superare le 5 ore in navigazione con WiFi.

Ecco il link per acquistarlo su Amazon:

2) MSI Classic CR72-7MLi545FD

notebook freedos

Saliamo molto in alto con questo modello di casa MSI che ad un prezzo estremamente conveniente e da fascia media offre caratteristiche che si possono quasi incredibilmente definire di fascia alta, e che ci fa benedire l’esistenza dei PC con FreeDos. Tanto per iniziare il suo design è solido e robusto, realizzato con materiali di qualità.

Per quanto riguarda il display qui c’è un monitor da 17,3 pollici, ma la risoluzione sale al Full HD+ con 1600 x 900 pixel. Ciò sfocia in un livello di dettaglio dell’immagine molto più alto, e in più abbiamo un buon contrasto, una rilevante resa cromatica e zero disturbi nella visualizzazione: insomma, un pannello niente male.

Ma le più grandi sorprese le troviamo nel comparto hardware, in cui c’è un potente processore Intel Core i5-7200U dalla frequenza massima di 2,5 Ghz. A differenza degli altri processori nei modelli precedenti che vi abbiamo mostrato, questo è uno dei pochi ad essere di ultimissima generazione, il che sta a significare più potenza e meno consumi. Il processore gira insieme a 4 GB di memoria RAM e l’hard disk ha una capacità di 500 GB.

Vien da sè che con questo comparto hardware le prestazioni sono alquanto prelibate con un po’ tutti gli utilizzi e i programmi. Vi comunichiamo anche che su questo notebook FreeDos sono presenti ben 4 altoparlanti dual con suono Hi-Fi, quindi è un computer ideale anche per i musicisti o per chi ascolta molta musica. Ciò vuol dire che anche il suono sarà sopraffino e ci potrete ascoltare musica piacevolmente. Il portatile non delude nemmeno in quanto ad autonomia, con una batteria che in media riesce a superare di molto le 5 ore.

Vi lasciamo il link per acquistarlo direttamente da Amazon:

1) ASUS-R510VX-DM005D

notebook freedos

Ammettiamo con questo modello di spostarci ben oltre la fascia davvero economica dei notebook. Ma va comunque incluso tra i migliori notebook FreeDos economici perchè è la scelta migliore per rapporto qualità prezzo, in quanto è di fascia alta e con Windows 10 installato costerebbe moltissimo di più. Il portatile vanta un design ben rifinito con una realizzazione solida, sottile e attenta ai particolari.

Lo schermo, a LED, presenta una diagonale di 15,6 pollici e visualizza le immagini con una risoluzione Full HD di 1920 x 1080 pixel. Si tratta di un pannello dalla alta definizione e dalle ottime performance sia nella distribuzione della luminosità che nella qualità di riproduzione dei colori, per un’esperienza visiva al top per il prezzo che costa.

L’arsenale hardware è spinto praticamente al massimo ed è molto potente. Come processore abbiamo un Intel Core i7-6700 HQ che a differenza della maggior parte dei processori per portatili è un quad core fisico. Sono 4 i GB di memoria RAM, mentre l’hard disk interno ha una capacità di 1 TB e nonostante ciò c’è spazio nel sottile telaio per un lettore DVD.

Anche qui come nel modello precedente abbiamo una meravigliosa scheda video dedicata: una Nvidia GTX 950M con 2 GB di memoria GDDR5. Grazie a questa scheda video potrete utilizzare i programmi di grafica pesante e sarà possibile giocare ai videogames con grafica avanzata nonostante i portatili non ne siano particolarmente portati. Il processore è davvero molto performante e vi garantirà una velocità supersonica e buone prestazioni anche in multi tasking.

Non noterete mai lag e rallentamenti con praticamente ogni utilizzo in navigazione e nei programmi: un ottimo PC anche per la produttività. Tra l’altro sono del tutto assenti problemi di surriscaldamento con la maggior parte degli utilizzi, e questo notebook non emette un suono grazie a ventole estremamente silenziose. Con anche una autonomia soddisfacente della batteria da 160 Wh, questo portatile da il meglio sotto tutti gli aspetti ad un prezzo che è letteralmente un affare.

Di seguito il link per acquistarlo tramite Amazon:

Come installare il sistema operativo

L’installazione del sistema operativo è l’operazione che spaventa tutti i profani che vengono a conoscenza dell’esistenza dei notebook FreeDos. E’ il principale problema che fa desistere dall’acquisto, ma in realtà non è estremamente difficile, anche per un principiante riuscire ad installare un OS all’interno di un PC portatile o fisso. Ecco l’occorrente:

  • Notebook FreeDos
  • DVD o altro supporto con il sistema operativo
  • Conoscenze base della lingua inglese

Procurarsi DVD o supporto di archiviazione per l’installazione. Per prima cosa avete bisogno di un supporto di archiviazione su cui è contenuto il sistema operativo, da inserire nel vostro notebook FreeDos. Nel caso abbiate intenzione di acquistarlo da un negozio come copia fisica questo supporto sarà il CD o DVD, mentre se lo andate a scaricare (consigliamo il download come immagine ISO) dovrete metterlo voi all’interno di un supporto.

Si può inserire un sistema operativo, ad esempio, su una chiavetta USB o un hard disk esterno (anche un HDD o SSD interno volendo, se non è lo stesso in cui dovete installarlo), o qualsiasi cosa che abbia una memoria scrivibile. Non si può semplicemente fare copia-incolla sul supporto, bisogna creare una supporto di archiviazione che sia auto-avviabile (anche detto bootable).

Per creare un disco o una penna avviabile, potete usare un programma come Rufus, che partendo da un’immagine ISO riesce a creare un dispositivo USB bootable per il vostro notebook FreeDos in modo facile e immediato. Avviare tramite DVD o altro supporto con l’OS. Una volta creato il supporto bootable o una volta che vi siete procurati il CD o DVD di installazione del sistema operativo, dovete inserirlo nel notebook FreeDos ed entrare nel BIOS del PC.

Lo si può fare accendendo il computer e premendo un tasto specifico all’accensione, che può variare a seconda del produttore. In alcuni PC è F2, in altri F8, F11 oppure Canc: dovrete trovarlo a tentoni o consultando la manualistica del vostro notebook FreeDos. Una volta nel BIOS, dovrete impostare il supporto con dentro Windows 10 come disco di avvio predefinito, e anche questa opzione cambia a seconda del notebook FreeDos che avete.

Quindi dovete mettere in atto le vostre conoscenze di base in inglese per trovare questa opzione. In alternativa all’impostazione del disco predefinito, nei notebook FreeDos esistono anche tasti che permettono di avviare da un supporto specifico per una volta sola. Fatto ciò, salvate e riavviate il computer.

Procedere all’installazione. Ora partirà l’installazione di Windows sul vostro notebook FreeDos e dovrete seguire tutti gli step a video che vi verranno proposti da un semplice wizard (come quando installate un programma). Una volta conclusa con successo l’installazione, dovete reimpostare il disco locale in cui avete installato il sistema operativo di nuovo come disco di avvio predefinito, qualora lo abbiate cambiato, e il gioco sarà fatto. A spiegarlo sembra difficile, ma nella pratica è molto più semplice.

Michele Ingelido

Sono Michele Ingelido, un blogger che lavora nel settore tecnologico da anni. Da perito tecnico mi definisco non solo un incurabile fanatico della tecnologia, ma anche un profondo estimatore di tutto ciò che intelligentemente crea innovazione, specie se in modo anticonformista e controcorrente… Un po’ come il Rock ‘n Roll! E-mail for any request: info@tech4d.it