Lenovo Z5 avrà un’autonomia in stand-by di 45 giorni, parola del VP Chang Cheng

I cinesi di Lenovo stanno lavorando alacremente per arrivare al top delle condizioni alla presentazione del nuovo smartphone di punta dell’azienda. Si tratta del Lenovo Z5 sul quale, nei giorni scorsi, si è molto discusso. Non a caso sono diverse le indiscrezioni che ci hanno raggiunto in merito e di cui abbiamo avuto occasione di aggiornarvi. Un nuovo teaser risalente proprio alle ultimissime ore, però, sta facendo il giro del mondo. E questo clamore è dato certamente dalla sua eccezionalità. Ci stiamo riferendo all’autonomia in stand-by dello smartphone che sarebbe proprio da guinness dei primati.

La fonte della notizia che stiamo per darvi, tra l’altro, è molto affidabile. Si tratta infatti direttamente del Vice Presidente di Lenovo, Chang Cheng. E’ stato lui stesso a pubblicare sul noto sito cinese Weibo i tempi di autonomia di Lenovo Z5 in stand-by che sarebbero equivalenti a ben 45 giorni. Tra una ricarica e l’altra, dunque, in determinate condizioni potrebbe passare addirittura un mese e mezzo. Ma com’è possibile? Questi incredibili risultati sarebbero garantiti, secondo Cheng, dall’enorme batteria integrata nel dispositivo e dall’ottimizzazione dell’alimentazione a cui i cinesi stanno dedicando tutte le loro attenzioni. Non sappiamo se Cheng si riferisca ad una modalità stand-by classica o legata ad una particolare modalità di risparmio energetico.

Lenovo Z5

Impossibile, dunque, sapere se il Lenovo Z5 sarà funzionale in tutte le sue caratteristiche per tutto questo tempo o se saranno escluse alcune applicazioni a maggior consumo d’energia. Ricordiamo quanto emerso fino a questo momento. Lenovo Z5 dovrebbe arrivare con una memoria incredibile fino a 4 TB e con una doppia fotocamera posteriore dotata di intelligenza artificiale. Moltissimi appassionati ne stanno aspettando il lancio e l’attesa potrebbe, secondo le ultime indiscrezioni, non essere troppo lunga. Il Lenovo Z5, infatti, potrebbe arrivare già a partire dal prossimo 14 giugno. Nel frattempo impareremo di certo a conoscerlo meglio. Non rimane, dunque, che attendere! Rimanete sintonizzati per non perdere i dettagli futuri!

Fonte: Weibo