OnePlus 6: scoperta grave falla nel bootloader, ma l’aggiornamento arriverà presto

La sicurezza sugli smartphone non è mai una cosa certa. Su OnePlus 6, grazie a XDA, e per la precisione grazie al presidente di Edge Security LLC, è stata scoperta una grave falla riguardante il bootloader. Come gli esperti sanno, il bootloader installato sugli smartphone serve ad evitare l’installazione di ROM di terzi modificate. Ma con questa falla è possibile farlo, anche con il bootloader bloccato. E il bello è che non è nemmeno difficile.

Per poter violare il bootloader su OnePlus 6 c’è però bisogno dell’accesso fisico allo smartphone e del collegamento al PC almeno per una volta. Una volta ottenuto ciò, basta semplicemente entrare nella modalità fastboot e caricare la custom ROM, che nonostante il bootloader bloccato si installerà tranquillamente. Fra le conseguenze di ciò abbiamo, ad esempio, la possibilità di sbloccare facilmente uno smartphone protetto da codice o altri metodi di autenticazione, nonchè di cancellare tutti i dati al suo interno o impossessarsene.

Insomma, nel caso lo smartphone venga perso o rubato, chi lo trova può averne facilmente accesso. L’azienda ha già dichiarato di prendere molto seriamente la sicurezza per i propri smartphone. Ed ha quindi confermato che a breve arriverà un nuovo aggiornamento su OnePlus 6 che risolverà il problema. Nel frattempo ricordiamo che lo smartphone si è da poco aggiornato con la modalità ritratto e diverse altre ottimizzazioni.

via: GizChina

Michele Ingelido

Sono Michele Ingelido, un blogger che lavora nel settore tecnologico da anni. Da perito tecnico mi definisco non solo un incurabile fanatico della tecnologia, ma anche un profondo estimatore di tutto ciò che intelligentemente crea innovazione, specie se in modo anticonformista e controcorrente… Un po’ come il Rock ‘n Roll! E-mail for any request: info@tech4d.it