L’app Inbox si prepara all’epilogo: “deadline” prevista per marzo 2019

Ora la “deadline” è ufficiale. Da poche ore, la stessa Google ha confermato quanto già era trapelato online: Inbox scomparirà dai dispositivi Android a marzo 2019. Dopo 4 anni di onorato servizio, tra circa sei mesi l’app per le email lascerà completamente il campo a Gmail: non è certo un caso se il colosso di Mountain View, nell’annunciare l’addio a Inbox, ha anche provveduto a pubblicare una guida ufficiale con tutti gli step necessari per effettuare il passaggio a Gmail.

Allo stesso tempo, qualche indizio su questo scenario era già spuntato nei mesi scorsi, quando Gmail aveva cominciato ad integrare diverse caratteristiche di Inbox, specialmente dal punto di vista grafico, dato che il design “miminalista” dell’app lanciata nel 2014 ha sempre riscosso un certo consenso. Tuttavia, il grande sviluppo avuto da Gmail negli ultimi anni è dovuto proprio alla presenza di Inbox, che ha fatto da “fonte” dalla quale attingere le peculiarità più interessanti.

Adesso, però, è arrivato il momento di concludere questa storia. Non subito, perchè fino a marzo 2019 Inbox dovrebbe funzionare senza intoppi, o almeno questo è ciò che pensano gli esperti del settore. Nelle prossime settimane l’azienda californiana fornirà senz’altro dettagli più concreti. Nel frattempo, il consiglio per tutti gli utenti è di effettuare già l’iscrizione a Gmail (ammesso che non sia già stata fatta).

Roberto Naccarella

Giornalista pubblicista, 32 anni, ho sempre avuto una grande passione: scrivere. Mi piace lo sport, seguo la politica, amo la musica. Diffido di ogni forma di elitarismo. Sono nato il giorno di San Patrizio e mi sento un pò irlandese.