L’app Veon promossa da Wind dice addio e lascia gli store Android e iOS

La notizia era nell’aria già da alcune settimane, ma ora è giunta l’ufficialità: l’app Veon va definitivamente in pensione. Durante lo scorso mese era stata la stessa Wind a comunicare questa scelta, informando gli utenti che tutti i servizi correlati a questa applicazione avrebbero terminato di esistere a breve. In realtà la “deadline” prevista per Veon era il 24 settembre: evidentemente Wind ha voluto velocizzare i tempi, dato che l’app è praticamente sparita dai vari Store (sia App Store che Play Store).

L’azienda che gestisce questa applicazione, la russa Veon (che ha cambiato nome e brand da VimpelCom il 27 gennaio 2017, ndr), ha deciso di interrompere questo legame con Wind Tre. Probabilmente ha influito anche il fatto che da un paio di settimane il 100% di Wind Tre è passato al gigante cinese Hutchison, una conglomerata multinazionale con sede a Hong Kong piuttosto attivo sul mercato.

Gli utenti italiani, probabilmente, non sentiranno la mancanza di Veon: l’applicazione non ha mai avuto un grande seguito nel nostro Paese, nonostante il lancio in pompa magna e le tantissime aspettative. Stando a quanto affermato da alcuni esperti del settore, appare probabile che Veon voglia concentrarsi maggiormente su alcuni Paesi emergenti, come quelli del Sud Est asiatico.

Roberto Naccarella

Giornalista pubblicista, 32 anni, ho sempre avuto una grande passione: scrivere. Mi piace lo sport, seguo la politica, amo la musica. Diffido di ogni forma di elitarismo. Sono nato il giorno di San Patrizio e mi sento un pò irlandese.