Home » Smartphone » Xiaomi Redmi Y3 ottiene la certificazione Wi-Fi Alliance, sarà il Redmi S3 in Europa?
xiaomi redmi s2

Xiaomi Redmi Y3 ottiene la certificazione Wi-Fi Alliance, sarà il Redmi S3 in Europa?

di Lia Placido

Era maggio 2018 quando Xiaomi annunciava il Redmi S2. Si trattava di uno smartphone innovativo che, seppur venduto a prezzo molto basso, offriva delle grandi potenzialità fotografiche, come raramente accade tra i budget friendly. Ma non solo, il Redmi S2 spiccava anche per l’integrazione dell’Intelligenza Artificiale. E proprio nelle ultime ore abbiamo ricevuto delle nuove indiscrezioni su quello che sarà il prossimo dispositivo della serie.

Lo Xiaomi Redmi Y3, infatti, esordirà a breve e potrebbe essere proprio il Redmi S3. Ricordiamo, infatti, che S2 altri non era che il Redmi Y2 in India. Il lancio del suo successore potrebbe avvenire molto prima di quanto immaginiamo dal momento che lo smartphone è appena stato certificato dalla Wi-Fi Alliance.

Il numero di modello che ne viene identificato è l’M1810F6G. Sappiamo che il dispositivo arriverà con Android Pie 9.0 e supporterà la connettività Wi-Fi fino a 2,4 GHz. Non sappiamo nulla altro di quelle che saranno le specifiche del Redmi Y3 che, almeno per il momento, rimane dunque avvolto nel mistero. Non pensiamo, comunque, che lo rimarrà a lungo!

Per il resto, vale di certo la pena ricordare che il Redmi S2 è alimentato dallo Snapdragon 625 di Qualcomm. Lecito pensare che il suo successore farà un passo avanti in questi termini per cui non è da escludersi l’impiego dello Snapdragon 632.

Il modulo fotografico posteriore dovrebbe mantenere la doppia configurazione. Sempre sul retro dovrebbe trovare spazio lo scanner biometrico. Per il resto, ci aspettiamo una batteria più potente e una fotocamera anteriore migliorata. Ma nulla di tutto questo è confermato. Risulta indispensabile attendere futuri dettagli che non dovrebbero tardare.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti