Home » Smartphone » Gli iPhone 12 avranno 5G e processore a 5 nm con modem Qualcomm?
iphone apple 2020

Gli iPhone 12 avranno 5G e processore a 5 nm con modem Qualcomm?

di Roberto Naccarella

Il 5G è senza ombra di dubbio una delle novità più importanti a livello tecnologico di questo 2019. La maggior parte delle aziende che operano nel settore mobile degli smartphone si sta attrezzando per garantire agli utenti sempre più prodotti dotati di supporto alla rete di ultima generazione. Tra queste non può mancare Apple, che sta pensando di portare il supporto alla connettività 5G su tutti gli iPhone 12, ovvero i melafonini di prossima generazione che dovrebbero arrivare verso la fine del 2020.

Una notizia che non “spiazza” gli esperti del settore, che già avevano immaginato un impegno in tal senso da parte del gigante di Cupertino. Tuttavia, stando a quanto riportato dal Nikkei, pare che ci siano delle novità interessanti a livello di modem. Le fonti rivelano che il modem che consentirà ai prossimi iPhone 12 del 2020 di accedere al supporto 5G sarà lo Snapdragon X55, ufficializzato all’inizio di quest’anno da Qualcomm e che è già stato confermato per alcuni top di gamma che “animeranno” il primo trimestre del 2020. Con un modem del genere gli smartphone sarebbero in grado di supportare sia le frequenze sotto i 6 GHz che le onde millimetriche per sfruttare a pieno le funzionalità delle reti di quinta generazione raggiungendo le velocità più alte.

Il modem sarebbe integrato nel chipset e quindi di tipo multi-mode, con supporto sia al 4G che al 5G. Inoltre il processore degli iPhone 12, che si chiamerà probabilmente Apple A14 e sarà prodotto da TSMC, potrebbe essere realizzato con processo produttivo a 5 nm, ancora inesistente tra i processori per smartphone. Apple sta quindi facendo le cose in grande, e non poteva essere altrimenti dopo aver comunicato i propositi di vendita per il 2020. Il colosso californiano, per il prossimo anno, punta infatti agli 80 milioni di iPhone con connettività 5G venduti in tutto il mondo.

Fonte: Nikkei

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.

Potrebbe anche interessarti