Home » Smartphone » Roaming: cambiano le regole nell’UE con più Giga e costi ridotti
roaming

Roaming: cambiano le regole nell’UE con più Giga e costi ridotti

di Patrizia Maimone

Mancano poche ore alla fine del 2020! Un anno che, per molti versi, non verrà dimenticato ma che apre le porte ad un 2021 che appare già ricco di novità. Tra tutto quello che accadrà a partire dall’1 gennaio 2021 vi è anche un radicale cambiamento nelle regole del roaming dati all’interno dell’UE. Cosa che, tra l’altro, era già avvenuta lo scorso anno. Quali sono le novità in questione? Come hanno reagito alcuni dei principali operatori di telefonia mobile in Italia? Vediamolo!

Roaming nell’UE, più Giga e meno costi dal 1° Gennaio 2021

Il Roaming è sempre stato un argomento molto dibattuto da chi, per un motivo o per un altro, si ritrova a viaggiare molto ed utilizzare anche all’estero il proprio smartphone. Se fino a svariati anni fa le tariffe erano tutt’altro che competitive, con il passare del tempo le cose sono nettamente cambiate. Entrerà in vigore domani il nuovo Regolamento Roaming Like At Home che, come ci dice il nome, ci consentirà di utilizzare il Roaming come se fossimo a casa. Il riferimento è a tutti i Paesi dell’Unione Europea all’interno di cui le tariffe per navigare da mobile diventeranno ancor più vantaggiose.

Cos’è previsto dalle nuove regole? In base a quanto deciso, dall’1 gennaio 2021 il costo dei Giga utilizzati all’interno della Comunità Europea dovrà essere abbassato rispetto ad oggi. Con i medesimi costi, dunque, i consumatori avranno diritto ad un numero maggiore di Giga. Queste novità saranno valide per tutto il 2021 e prevederanno, tra l’altro, una diminuzione nel prezzo dei Giga consumati oltre la soglia stabilita. Sforare, quindi, costerà molto meno!

Esiste, comunque, una formula che può essere utilizzata per comprendere quanto costa un singolo Giga e qual è il massimo volume di GB applicabile per una determinata offerta. La formula è la seguente

  • Volume di Giga = [importo dell’abbonamento mensile (iva esclusa) / 3] x 2

L’obiettivo è quello di diminuire, con il passare degli anni il coefficente per il quale dividere l’importo dell’abbonamento mensile. Fino al 2020, infatti, era pari a 3,5, dal 2021 sarà pari, come si evince dalla formula, a 3. Questo significa che il valore di ogni singolo Giga è destinato a calare e nelle offerte di ognuno di noi potremmo trovarne di più sempre allo stesso prezzo.

La reazione di alcuni dei principali operatori italiani

Il regolamento in questione è ormai alle porte ed entrerà in vigore tra poche ore. Alcuni operatori mobili hanno già adeguato le loro offerte alle nuove regole. Stiamo parlando di Tim, Kena Mobile, Iliad, WindTre, Ho.Mobile e PosteMobile. Vodafone non ha ancora reso ufficiale il cambiamento ma ha annunciato che dall’1 gennaio 2020 saranno disponibili sul proprio sito le nuove tariffe per il roaming dati in Unione Europea.

MSpy

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti