Home » Smartphone » Microsoft Surface Duo 2: specifiche note e differenze con il predecessore
microsoft surface duo

Microsoft Surface Duo 2: specifiche note e differenze con il predecessore

di Patrizia Maimone

Microsoft è tornata nel settore degli smartphone nell’autunno del 2019 con la presentazione del Surface Duo, il suo primo smartphone pieghevole. Il dispositivo è arrivato da alcune settimane in Europa, fatta eccezione per il nostro Paese. Chi volesse può ordinarlo dallo store del colosso di Redmond anche se diverse “pecche” non lo hanno fatto volare in termini di vendite. Entro la fine del 2021 arriverà il suo successore, il Microsoft Surface Duo 2. Come sarà? E quali saranno le differenze? Vediamolo più da vicino.

Microsoft Surface Duo 2, le novità

Microsoft Surface Duo 2 è in lavorazione già da diversi mesi e porterà con sé diverse novità rispetto al modello precedente. Oltre alle lacune emerse (e poco amate dal pubblico) che dovrebbero, quindi, venire meno con questo nuovo modello, ci sono diverse new entry. La prima in assoluto dovrebbe riguardare la connettività dal momento che il nuovo device con doppio display dovrebbe supportare le reti 5G.

Novità importanti, quindi, per il secondo smartphone della serie che vedrà anche diverse integrazioni sul software. L’obiettivo dichiarato dall’azienda di Redmond è quello di migliorare quanto più possibile l’esperienza utente andando a colmare le lacune lasciate, sotto questo profilo, dal predecessore. Non è ancora chiaro quale sarà il processore utilizzato né quali saranno le altre specifiche tecniche. In base alle indiscrezioni pare che l’arrivo dello smartphone sarà datato autunno 2021 anche se non esiste ancora una data certa.

Cosa cambia rispetto al primo modello

Abbiamo già anticipato come con il Microsoft Surface Duo 2, si voglia risollevare un po’ le sorti di un primo modello che, diciamolo, non è andato come ci si sarebbe aspettati. A parte diverse imprecisioni lato software, sono state segnalate diverse pecche lato hardware con una fotocamera singola (contrariamente a diversi altri smartphone pieghevoli concorrenti) e con un processore le cui potenzialità hanno da subito lasciato a desiderare (si tratta dello Snapdragon 855).

Altra pecca che proprio non è andata giù ai fans dell’azienda riguarda il prezzo del modello in commercio, ritenuto decisamente troppo elevato. Il dispositivo, in effetti, ha un prezzo che supera i 1.500 euro, che non corrisponde assolutamente alla qualità offerta e dal livello delle prestazioni (l’autonomia non è mai stata considerata soddisfacente).

Ne consegue che il Microsoft Surface Duo 2 dovrebbe arrivare con più di una fotocamera posteriore, con un processore all’altezza della situazione e con un’autonomia maggiore. Se, poi, Microsoft alleggerisse anche il design del nuovo smartphone, si raggiungerebbero indubbiamente risultati migliori. Staremo a vedere!

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti