Home » Software » Tesla fa dietrofront sui Bitcoin e affossa tutto il mercato crypto tranne Doge
elon musk dogecoin

Tesla fa dietrofront sui Bitcoin e affossa tutto il mercato crypto tranne Doge

di Margherita Sanna

Elon Musk non smette mai di stupirci. Dopo aver annunciato che avrebbe finanziato la prossima missione di Space X con la criptovaluta Dogecoin, ha deciso che la sua azienda Tesla non permetterà più di acquistare auto con i Bitcoin. Le conseguenze? Immediate! L’universo delle criptovalute ha subito un vero e proprio colpo d’arresto: Ethereum è sceso del 7,15% e Bitcoin – il più colpito – ha perso quasi il 15%, passando da 54 a 47 mila dollari.

Inizialmente anche Dogecoin è sceso vistosamente del 10,63%, ma dopo un tweet di oggi ha iniziato una brusca risalita superando nuovamente i 50 centesimi di dollaro. Elon Musk, qualunque cosa dica, ha il potere di manipolare il business, e lo sa bene. Il motivo della retromarcia di Elon Musk? A suo dire l’ambiente. Secondo lui la criptovaluta avrebbe un costo per l’ambiente troppo alto.

Infatti, il CEO di Tesla si è dichiarato preoccupato per i costi di combustibili fossili utilizzati dai Bitcoin. Ma il suo interesse per le criptovalute non si ferma, infatti nel tweet in cui ha annunciato il suo “goodbye” ai Bitcoin, ha affermato di essere alla ricerca di criptovalute che usino molto meno energia rispetto a quella adoperata dalle transazioni effettuate con la regina delle criptovalute.

In seguito all’annuncio di Elon Musk ci sono state tante critiche, ma anche nuovi contatti. Infatti i nuovi progetti di blockchain che corrispondono alle richieste del magnate, hanno prontamente risposto al suo tweet autocandidandosi. Ma sembra abbastanza chiaro quale sia l’altra criptovaluta nelle mire di Tesla: naturalmente Dogecoin.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti