Home » Gadget » La vita su Marte sarebbe possibile: uno studio NASA accende gli animi
rover perseverance

La vita su Marte sarebbe possibile: uno studio NASA accende gli animi

di Roberto Naccarella

Negli ultimi tempi l’interesse verso Marte è certamente cresciuto, con i grandi colossi internazionali desiderosi di conoscere sempre più dettagli sul Pianeta Rosso: basti pensare ai rover della Nasa (Perseverance) e della Cina. Non sono esenti nemmeno i “privati”, come Elon Musk e Jeff Bezos. Ma la domanda che si pongono tutti gli esperti e anche gli appassionati dello spazio è se sarà mai possibile un giorno, per l’uomo, vivere sul pianeta rosso. Ebbene sì, almeno stando a quanto affermato da un team internazionale di ricercatori guidati proprio dalla NASA.

La ricerca, pubblicata sulla rivista scientifica “Astrobiology”, conferma che un ecosistema di organismi microbici potrebbe vivere su Marte sfruttando la radioattività che si trova proprio sotto la superficie del Pianeta Rosso. Proprio per questo motivo, secondo i ricercatori, il luogo ideale per lo sviluppo della vita su Marte è il sottosuolo: una tesi confermata dall’autore principale dello studio, Jesse Tarnas (scienziato planetario del Jet Propulsion Laboratory della NASA, ndr).

Chiaramente, i risultati emersi nella ricerca vanno “maneggiati” con molta cautela, dato che finora non è avvenuta alcuna scoperta di microbi alieni alimentati dalla radioattività nel sottosuolo di Marte. In più, resta da capire un altro aspetto molto importante, ovvero l’eventuale presenza di acqua nel sottosuolo del Pianeta Rosso: in caso affermativo, l’esistenza di microbi alieni nel pianeta diventerebbe più probabile.

Fonte

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti