Home » Gadget » Da oggi cambiano le frequenze TV: cosa fare per mantenere i canali attivi
telecomandi universali

Da oggi cambiano le frequenze TV: cosa fare per mantenere i canali attivi

di Michele Ingelido

Parte da oggi il cambiamento delle frequenze TV che porterà la banda 700 MHz a diventare quella dedicata il 5G a partire dal 1° luglio 2022. Il cambiamento avverrà in modalità graduale e causerà la scomparsa di canali televisivi dagli apparecchi degli utenti. Se vi capiterà di essere tra coloro che non riusciranno più a vedere i canali, a meno che non avete un TV datato che non supporta la nuova frequenza, non avrete bisogno di cambiare televisore o acquistare un decoder, ma dovrete semplicemente ripristinarli manualmente.

Una volta che vi accorgerete della sparizione di determinati canali e capirete quindi che è avvenuto il cambiamento delle frequenze TV, tutto ciò che dovrete fare è una risintonizzazione dei canali: un’operazione disponibile praticamente su tutti i televisori accedendo alle impostazioni tramite il telecomando. Man mano che andrà avanti la migrazione del digitale terrestre alle nuove frequenze TV, potrebbero essere necessarie più risintonizzazioni per continuare a vedere tutti i canali.

cambiamento 2022 frequenze tv calendario

Se anche dopo la risintonizzazione non riuscite a vedere alcuni canali i motivi possono essere due. Il primo è che avete un televisore troppo datato, senza supporto DVB-T2, e in quel caso dovrete cambiare TV o acquistare un decoder, magari sfruttando l’incentivo statale noto come bonus TV. Se invece avete un apparecchio che supporta le nuove frequenze allora l’impianto di antenna potrebbe essere non proprio adatto alla ricezione delle nuove frequenze (e in questo caso ci sarà effettivamente un problema in quanto si necessiterà dell’intervento di un antennista). Il MISE ha pubblicato un calendario che illustra le graduali tempistiche dello switch e che vi lasciamo in calce.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti