Home » Gadget » Nuovo Bonus TV per il 2022 con decoder gratis a domicilio per gli anziani
telecomandi universali

Nuovo Bonus TV per il 2022 con decoder gratis a domicilio per gli anziani

di Roberto Naccarella

Come ormai ampiamente noto, dal mese di gennaio 2023 saranno operativi i nuovi standard di trasmissione DVB-T2 – HEVC Main10, pertanto tutti hanno bisogno di dotarsi di apparecchi televisivi e decoder che siano compatibili con questi nuovi standard. Proprio per agevolare questo rinnovamento, il governo ha promosso due bonus TV – uno risalente al 2019 e l’altro ufficializzato quest’anno – che sono stati appena rifinanziati con ulteriori 68 milioni di euro, per venire incontro soprattutto alle fasce più deboli della popolazione.

E così il bonus TV si rinnova ancora una volta per il 2022 prevedendo nuove agevolazioni. Gli anziani che hanno più di 70 anni e una pensione inferiore ai 20.000 euro annui potranno infatti ricevere gratuitamente dei decoder del valore non superiore ai 30 euro tramite Poste Italiane, direttamente presso la propria abitazione. E’ quanto stabilito nel maxi emendamento alla Legge di Bilancio presentato dal governo in Senato, che chiarisce anche l’accordo raggiunto da Poste Italiane con il Ministero dello Sviluppo Economico.

Sarà proprio Poste Italiane a contattare le persone interessate con una lettera e consentire quindi la richiesta e la ricezione gratuita del decoder, che arriverà a domicilio. Per facilitare l’installazione viene anche messo a disposizione un servizio di assistenza telefonica. Come spiegato dall’azienda, sarà pertanto possibile concordare un appuntamento telefonico o tramite l’ufficio postale o tramite una piattaforma dedicata, in modo tale da riuscire a fissare un giorno preciso per la consegna del decoder a domicilio da parte del portalettere.

In quanto ai bonus TV già in vigore, saranno disponibili fino al 31 dicembre 2022 salvo esaurimento dei fondi stanziati.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti