Home » Software » Pop OS è il sistema operativo che riporta in vita i PC obsoleti
pop os

Pop OS è il sistema operativo che riporta in vita i PC obsoleti

di Roberto Naccarella

Alcuni sistemi operativi possono essere l’ideale per il nostro PC che comincia ad avere qualche anno di troppo. Pensiamo ad esempio a Pop OS, un sistema operativo che deriva da Ubuntu e che punta totalmente sulla produttività. Pop OS in versione 64 bit è disponibile gratuitamente per i computer che possono contare su una GPU NVIDIA. Tra le peculiarità di questo sistema operativo spicca il livello prestazionale, che viene massimizzato anche grazie ai driver preinstallati NVIDIA: pertanto è sufficiente un sistema con 2 GB di RAM e 20 GB di storage.

Le somiglianze con Windows partono dall’interfaccia desktop – con il tasto che apre il launcher – per poi arrivare alle icone centrate che si trovano nella barra delle app (che prende il nome di Dock). Il pulsante Tile Windows, posizionato in alto a destra, consente di organizzare al meglio le finestre sullo schermo, affiancandole.

Pop OS è un sistema operativo che guarda molto anche alla protezione e alla privacy: basti pensare alla cifratura del disco, che protegge il contenuto dell’hard disk o dell’unità SSD dai tentativi di accesso degli utenti non autorizzati. Stesso discorso per gli account cloud, a cui viene garantita massima protezione. In più, con Pop OS non viene trasmesso alcun dato agli sviluppatori, ed è un altro aspetto di rilievo in termini di privacy.

Questo sistema operativo sarà sicuramente un’ottima alternativa a Chrome OS Flex, altro sistema rilasciato il mese scorso da Google che nasce per lo stesso scopo, ossia rendere utilizzabili, ma anche aggiornati e protetti, i computer obsoleti e con un hardware non più sufficiente per stare al passo con le ultime versioni dei sistemi operativi principali.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti