Home » Guide » Guide Windows » Glossario Android: i termini tecnici del robottino verde!
glossario android

Glossario Android: i termini tecnici del robottino verde!

di Michele Ingelido Aggiornato il
Aggiornato il

Siete in possesso di un tablet e di uno smartphone Android ma non ne capite molto di questo sistema operativo? Tutti parlano di una funzionalità del robottino verde di Google ma non riuscite proprio a capire cos’è? Volete effettuare un’operazione da PC o cellulare ma vi capitano davanti termini tecnici che non avete mai sentito? Per queste e per tante altre cose può risultare fondamentale familiarizzare con i termini di questo sistema operativo tramite un glossario Android.

Spesso quando si cerca di fare un aggiornamento Android più difficile del normale, di installare applicazioni dal market Play Store, o se capita di fare qualsiasi altra cosa che su Android Lollipop, Marshmallow ed altri sia al di fuori del semplice utilizzo come cellulare, ci si può trovare davanti a terminologie sconosciute. In queste righe troverete il glossario Android che comprende, in ordine alfabetico, tutti i termini più comunemente presenti nelle operazioni con questo sistema operativo, ma di cui molti non conoscono il significato. Se non sapete cosa significa una parola premete CTRL + F in questa pagina e scrivete il termine da cercare per trovarne il significato nel glossario Android.

glossario android

Glossario Android

ADB: sta per Android Debug Bridge, e rappresenta il controllo di uno smartphone Android o tablet da console dei comandi, attraverso un PC.

Android SDK: sta per Software Development Kit, ed è uno strumento che fa in modo che gli sviluppatori di app possano provarle su PC, su altre versioni di Android ed altro.

Android Stock: si tratta di una versione del sistema operativo del robottino verde così come è stata rilasciata da Google (presente ad esempio nei dispositivi Nexus), senza modifiche nell’interfaccia o l’installazione di app aggiuntive.

Android Wear: è il sistema operativo che troviamo sugli smartwatch Android.

APK: sta per Android Package, ed è il file di installazione di una applicazione. Come per Windows esiste il file .exe per installare un programma, sul robottino verde c’è questo tipo di file.

APN: sta per Access Point Name ed indica le impostazioni da settare per potersi connettere ad internet attraverso un gestore telefonico su mobile.

ART: sta per Android Runtime ed è un tool che converte il codice delle applicazioni Android definitivamente alla loro installazione.

Boot: è la fase di avvio di un PC o di uno smartphone: ciò che succede appena premiamo il tasto di accensione.

Boot Animation: è l’animazione che appare quando si accende un dispositivo.

Bootloader: è il programma che appare quando accendiamo lo smartphone

Bootloop: indica lo stato in cui un dispositivo si blocca quando lo accendiamo, giusto nella fase di boot.

Brick: questa parola indica quando un dispositivo viene danneggiato in modo irrimediabile a livello software.

Cache: è un luogo in cui vengono salvati file temporanei per poterli riprendere in modo veloce, e quindi velocizzare i caricamenti dei dispositivi.

Custom Recovery: si tratta di Recovery con più opzioni e funzionalità di quelle di default

Dalvik: è una macchina virtuale che gestisce il multi tasking su Android

Download Mode: è una modalità che si attiva sui dispositivi Android per installare file da PC.

Driver: sono file che si installano nel PC per far funzionare il collegamento USB con i dispositivi Android.

Extreme Phone Pinching: si tratta di un trend molto diffuso negli ultimi tempi, che consiste nel mettersi ad una altezza significativa e far penzolare lo smartphone nel vuoto tenendolo tra pollice e indice.

Fastboot: è un tool per controllare un device Android da PC

Firmware: è il software installato su un dispositivo.

Flash Player: è un lettore di file realizzati con Flash, come ad esempio i minigiochi su internet, alcuni video e roba del genere.

Flashare: installare ROM, Recovery et similia.

HDMI: è un’interfaccia per collegare un dispositivo ad un monitor o TV tramite un cavo, per trasferire i contenuti video.

HDR: è una funzionalità della fotocamera che permette di scattare foto migliori derivanti da 3 scatti ognuno con diversa esposizione.

Kernel: è quella parte del sistema operativo che lo fa interfacciare con il comparto hardware dei dispositivi.

Kies: è il software gestionale per gli smartphone Samsung che permette di collegare lo smartphone (o tablet) al PC per trasferire file e altro.

Knock-on: è una modalità di sblocco dello schermo che funziona toccando su di esso.

Launcher: è l’interfaccia visiva dello smartphone, ossia la schermata Home, l’app drawer, la barra notifiche, le icone e tutto il resto.

MHL: è uno standard che permette di collegare la porta micro USB di uno smartphone ad una porta HDMI di un monitor.

Mod: è un qualunque tipo di modifica software effettuata su un dispositivo.

NFC: sta per Near Field Communication ed è una connettività che come WiFi e Bluetooth permette di scambiare dati, ma funziona a distanza ravvicinata ed è più veloce. Può essere utilizzata anche per pagare.

OTA: sta per Over The Air ed è un aggiornamento che arriva con una notifica sulla barra di stato.

OTG: sta per On The Go ed è uno standard che permette di collegare dispositivi USB ad uno smartphone tramite un apposito adattatore.

Octa core: come dual core e deca core, indica il numero di CPU presenti in un processore. La potenza di uno smartphone non dipende dal numero di core, ma è uno dei fattori che la determina.

Overclock: spingere la frequenza di un processore oltre il limite.

RAM: sta per Random Access Memory ed è la memoria volatile di un dispositivo, che permette di accedere ai dati istantaneamente.

Recovery: è una parte del software che permette di recuperare un dispositivo danneggiato.

Recovery Mode: è la modalità con cui si possono utilizzare le funzionalità della Recovery.

Reset: significa portare un dispositivo alle sue condizioni originali di fabbrica.

ROM: è l’immagine di un qualsiasi sistema operativo.

Root: è quell’utente che ha tutti i permessi massimi per controllare il sistema operativo.

Selfie: è una foto di sè stessi scattata dalla fotocamera frontale dello smartphone o del tablet.

Wipe: è un procedimento utile per pulire la memoria interna dello smartphone.

E voi, conoscete qualche altro termine non presente nel glossario Android di cui non sapete il significato e che vorreste ci sia nel glossario Android?

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti