Home » Software » Il jaylbreak iOS 11 non ci sarà, parola del creatore di Cydia Jay Freeman
iOS 11

Il jaylbreak iOS 11 non ci sarà, parola del creatore di Cydia Jay Freeman

di Roberta Betti

Il tanto atteso jailbreak per iOS 11 potrebbe rivelarsi una semplice chimera: queste sono le parole di Jay Freeman, il developer che assieme ai compagni Micheal Wang e Nicholas Allegra si è preso cura del progetto jailbreak per iOS dai primi istanti di vita. Durante un’intervista rilasciata per il magazine online Motherboard, il terzetto avrebbe spiegato per quale motivo il jailbreak per l’ultima release dell’OS della Mela potrebbe non avere più alcun seguito.

In origine, il jailbreak iOS è stata una pratica che ha permesso agli utenti di tutto il mondo di entrare in contatto con funzioni utili e firmware più evoluti di cui si potessero sperimentare più feature ai tempi non sbloccate e non rese disponibili agli user di default. Col passare degli anni, dal primo iPhone all’ultima incarnazione del sistema operativo iOS 11, di acqua sotto i ponti ne è comunque passata e buona parte di hacker e developer un tempo interessati al jailbreak per i sistemi della casa di Cupertino ha preferito dedicarsi ad altre attività di analisi.

Ben prima dell’arrivo di iOS 11, il Cydia store (repository di software alternativo da cui è possibile scaricare tweak e app non presenti nel comune Apple Store e pensato appositamente per i dispositivi jailbroken) pullulava di attività; ma oggi il panorama dello store sembra essere piuttosto desolato. Il motivo principale è dovuto al fatto che il jailbreak permette ora come ora di ricevere quasi esclusivamente modifiche di livello minore, mentre l’OS standard continua ad offrire sempre più update stabili e comprensivi delle funzioni necessarie.

La sempre maggiore sicurezza proposta da iOS, e i frequenti update in grado di soddisfare le esigenze della maggior parte degli utenti della Mela, hanno quindi reso il jailbreaking una pratica obsoleta e sostanzialmente defunta? E’ molto probabile sia così, nonostante i futuri tool per avviare la procedura, nel caso in cui saranno previsti da alcuni developer “avventurosi”, rimarranno strumenti a disposizione degli utenti più esperti e con tanta voglia di sperimentare su iOS 11.

via

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti