Home » Software » Samsung Bixby in inglese è in ritardo a causa di importanti problemi
bixby

Samsung Bixby in inglese è in ritardo a causa di importanti problemi

di Patrizia Maimone

Con il lancio dei suoi modelli di punta Galaxy S8 e Galaxy S8 Plus, Samsung ha presentato al mondo il suo assistente vocale Bixby. Su questi dispositivi, all’interno esiste un tasto dedicato. Anche Galaxy Note FE, ultimo gioiello della casa sud coreana, presenta questo assistente virtuale. Dal momento del lancio, però, la lingua dell’assistente vocale è il coreano. Sono comunque diverse le voci che si susseguono riguardo ad una versione migliorata di Bixby (con più lingue) che sarebbe dovuta uscire entro fine luglio. Tuttavia, sono emerse delle informazioni in merito che parlano di ritardi anche abbastanza importanti. Lo slittamento della presentazione della nuova versione potrebbe essere di diversi mesi.

Un rappresentante Samsung, ha recentemente dichiarato che questo ritardo è dovuto allo sviluppo di Bixby anche in altre lingue. La causa principale risiede nella mancanza di alcuni dati importanti perché senza essi l’assistente non sarebbe in grado né di apprendere né tanto meno di evolversi. A complicare le cose, poi, ci si sono messi anche dei problemi di comunicazione tra i diversi esperti che stanno lavorando al progetto. Tra gli ingegneri di Samsung statunitensi e quelli coreani, infatti, si verificano spessissimo problemi legati all’incomunicabilità. Dal momento che Samsung aveva registrato la versione beta del suo assistente negli Stati Uniti già nel mese di giugno, ci aspettavamo che la presentazione della versione migliorata sarebbe quanto meno avvenuta entro luglio.

D’altra parte, proprio così era stato annunciato. Invece, non solo non avverrà a luglio ma a quanto si dice potrebbe ritardare anche fino alla fine di quest’anno. La giustificazione che Samsung ha dato per questa problematica, basata sui problemi di cui abbiamo parlato, risiede nei risultati insoddisfacenti che ha dato Bixby nella sua versione beta. C’è quindi ancora da lavorare. Nel frattempo, una nota società inglese del settore, Ovum, ha reso noti quelli che sono i dati sulle quote di mercato dei vari assistenti vocali attualmente in circolazione. La medaglia d’oro va a Google Assistant con il 23,3%. Seguono Bixby con il 14,5%, Siri con il 13,1%, Alexa con il 3,9% e Cortana con il 2,3%.

Via

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti