Home » Tablet » Huawei MediaPad, arrivano ben 4 tablet economici con Android Nougat
huawei mediapad

Huawei MediaPad, arrivano ben 4 tablet economici con Android Nougat

di Roberta Betti

Huawei ha appena annunciato 4 nuovi tablet della fortunata gamma MediaPad, dedicati agli utenti che vogliono sperimentare la versatilità di Android Nougat pur senza avere a disposizione un hardware top di gamma. I nuovi dispositivi hanno un display che varia dagli 8 ai 10 pollici e sono studiati per la produttività quotidiana: scopriamo di seguito le loro caratteristiche più importanti. Si parte da Huawei MediaPad T3, tablet 10 pollici (è disponibile tuttavia anche la versione 8 pollici) dotato di chipset Snapdragon 425, 16 GB di storage flash (non è menzionata la possibilità di espanderlo tramite microSD), 2 GB di RAM, una risoluzione di 1280 x 800 e una batteria da 4800 mAh, più che sufficiente per un’intera giornata d’uso tra Internet e app.

Segue poi il nuovo Huawei MediaPad M3 Lite, anch’esso disponibile in due varianti da 10 e 8 pollici. La CPU integrata è lievemente migliore in termini di prestazioni rispetto a quella presente su T3, essendo uno Snapdragon 430 che si attesta comunque sulla fascia bassa dei processori attualmente disponibili. Le altre specifiche comprendono 16 GB di storage, e 3 GB RAM. Diverso l’amperaggio della batteria a seconda dei due modelli; 4800 mAh (8 pollici) e 6660 mAh (10 pollici); inoltre la risoluzione migliora rispetto a MediaPad T3, attestandosi su un buon 1920 x 1200.

Tutti e quattro i nuovi Huawei MediaPad sono offerti con una versione customizzata di Android 7.0 Nougat (è infatti presente l’interfaccia EMUI 5.1 voluta dalla casa orientale), e sono studiati per un uso che possiamo senz’altro definire “leggero”, per la navigazione web, l’uso di app di messaggistica ed il playback di formati multimediali non troppo eccessivi dal punto di vista della qualità e ovviamente della risoluzione.

via

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti