Home » Software » Windows 10 Fall Creators Update in arrivo il 17 ottobre
Windows 10

Windows 10 Fall Creators Update in arrivo il 17 ottobre

di Roberta Betti

Windows 10 Fall Creators Update ha finalmente una data d’esordio ben definita, dopo un’intera estate di speculazioni in merito al prossimo major update per il sistema operativo Microsoft. Il 17 Ottobre prossimo potremo vedere all’opera un aggiornamento abbastanza corposo, che includerà la piattaforma Windows Mixed Reality per la realtà aumentata, il Fluent Design a livello grafico e una serie di miglioramenti rivolti alla gestione della Taskbar e delle attività su più dispositivi Windows.

Il quarto “feature update” ufficiale per Windows 10 in circa due anni di sviluppo si concentra quindi su un’interfaccia rinnovata e più veloce nel gestire il ridimensionamento delle finestre e la ricezione delle notifiche dalle applicazioni, con le impostazioni relative a Cortana finalmente integrate in un menu unico. Potremo inoltre fare ricerche sul web direttamente dal menu Start, evitando di aprire il browser e ricevendo risposte direttamente dall’assistente vocale.

Su Windows 10 Fall Creators Update cambia inoltre la gestione degli aggiornamenti. Windows Update mostrerà finalmente le novità relative ai singoli software e servizi, permettendo di monitorare le attività di aggiornamento in maniera più granulare. Alcune novità “inaspettate” riguardano anche il controllo Volume tramite il mixer (che permette ora di aumentare o diminuire il volume di ogni applicazione senza influire su quello di sistema) e un indicatore delle performance della GPU in Task Manager.

Per chi è un utente Windows 10 particolarmente “social”, è in arrivo una feature che ci permette di pinnare le icone relative ai contatti che sentiamo più spesso direttamente sulla Taskbar, e a quanto pare si dimostra particolarmente utile se sfruttiamo più servizi Microsoft insieme, incluso Skype. Il nuovo Fall Creators Update aggiunge infine maggiore protezione contro ransomware e attacchi di terzi, aggiungendo la funzione Exploit Protection a Windows Defender, strumento di sicurezza integrato di default su Windows. Novità quindi interessanti per chi è rimasto in attesa di un sistema operativo più fluido, reattivo e attento alla sicurezza: saranno ovviamente gli utenti a giudicare la nuova release, in attesa di una diffusione ancora più capillare dell’ultima fatica di Microsoft.

via

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti