Xiaomi, su Geekbench spunta un Cactus: è una variante entry-level di “Cereus”?

Xiaomi sta vivendo un periodo particolarmente florido. La casa cinese ha da pochissimo svelato il nuovo Redmi S2 ed è in procinto di rilasciare anche il Mi 7, sul quale c’è molta attesa da parte degli addetti ai lavori. Tuttavia, l’azienda del CEO Lei Jun non sembra essere sazia. Sul noto portale di benchmark Geekbench è infatti comparso un nuovo dispositivo a firma Xiaomi. Il suo nome? Xiaomi Cactus, che sembra a tutti gli effetti una variante più economica di “Cereus”, il device svelato all’incirca un mese fa con processore MediaTek MT6765 e 3 GB di RAM.

Il dettaglio principale che porta a pensare che Cactus sia una versione ulteriore di Cereus è proprio il chip, che sarà il medesimo anche su questa variante, anche se i GB di RAM saranno inferiori (due e non tre). Il sistema operativo sarà Android Oreo 8.1. Al momento, i punteggi ottenuti dal dispositivo di Xiaomi sono tutt’altro che esaltanti. Il nuovo smartphone della casa di Pechino ottiene infatti un punteggio di 802 nel single-core, mentre nel multi-score il device si ferma a 2334 punti.

Cereus aveva totalizzato un punteggio più basso nel single-core (745) ma decisamente più alto nel multi-core (3562). Per ora, Cactus e Cereus restano i nomi “in codice” di questi due dispositivi. Xiaomi non ha fornito dettagli sulle denominazioni definitive.

Roberto Naccarella

Giornalista pubblicista, 32 anni, ho sempre avuto una grande passione: scrivere. Mi piace lo sport, seguo la politica, amo la musica. Diffido di ogni forma di elitarismo. Sono nato il giorno di San Patrizio e mi sento un pò irlandese.