Home » Smartphone » Asus ZenFone Max Pro M1 si aggiornerà ad Android Pie entro febbraio 2019
asus zenfone max pro m1

Asus ZenFone Max Pro M1 si aggiornerà ad Android Pie entro febbraio 2019

di Lia Placido

Sono ormai diversi mesi che l’ultimo sistema operativo di Google, Android Pie, è arrivato sul mercato. E da allora sono molti i dispositivi che si sono aggiornati. Altrettanti saranno di certo nell’immediato futuro. Tra gli smartphone che riceveranno Android Pie si posiziona anche Asus ZenFone Max Pro M1, il midrange amico del portafoglio che Asus ha lanciato un po’ di tempo fa. Attualmente l’azienda taiwanese è impegnata nel lancio del successore, lo ZenFone Max Pro M2 del quale, occorre dirlo, si sta facendo un gran parlare.

Tornando allo ZenFone Max Pro M1, l’aggiornamento a Pie è stato confermato entro la fine di febbraio 2019. Attualmente, a quanto apprendiamo, Asus sta testando quelle che sono le peculiarità di Pie e la compatibilità con i propri smartphone. E non a caso saranno diversi, e non solo lo ZenFone Max Pro M1, i dispositivi dell’azienda ad aggiornarsi al nuovo sistema operativo. Il primo della lista sarà, a quanto pare, lo ZenFone 5Z che si aggiornerà a fine gennaio seguito a ruota proprio dallo ZenFone Max Pro M1 e dal Max M1.

Dato per certo l’aggiornamento a Pie per il 2019, vale sicuramente la pena rivedere quelle che sono le principali specifiche tecniche dello ZenFone Max Pro M1. Il dispositivo ha un display Full HD Plus da 5,99 pollici con una risoluzione massima di 2.160 x 1.080 pixel. Ad alimentarlo è lo Snapdragon 636 di Qualcomm. Tre sono le varianti disponibili con RAM da 3, 4 e 6 GB abbinate a 32 e 64 GB di memoria interna. Questa, comunque, risulta sempre espandibile utilizzando una comune microSD.

Per quanto concerne il comparto fotografico, sul retro dello ZenFone Max Pro M1 ritroviamo una doppia fotocamera da 16+5 MP mentre sul fronte è presente un obiettivo da 8 MP dedicato agli amanti dei selfie. Sempre sul retro troviamo lo scanner per il rilevamento delle impronte digitali. Oltre a questo, è possibile rendere sicuro lo smartphone utilizzando il riconoscimento facciale. Chiude il quadro una batteria super potente da 5.000 mAh, molto rara per un midrange economico. Questa, tra l’altro, supporta anche il sistema di ricarica rapida.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti