Home » Smartphone » OPPO Ace diventa serie a sé stante, Ace 2 domina su AnTuTu
oppo reno ace2 tenaa

OPPO Ace diventa serie a sé stante, Ace 2 domina su AnTuTu

di Michele Ingelido

Il 13 Aprile ci aspetta un nuovo top di gamma di OPPO, tuttavia non si tratterà di uno smartphone spinto al massimo su tutti i fronti come il Find X2 Pro. Sarà un dispositivo che garantirà comunque le massime prestazioni, ma con alcuni compromessi su altre caratteristiche tecniche per assicurare un prezzo contenuto: stiamo parlando di Ace2. Il vice presidente della casa produttrice Brian Shen ha ora annunciato che la serie Ace diventerà una line-up a sè stante e non sarà più accorpata all’interno della serie Reno.

Il nuovo dispositivo si chiamerà quindi semplicemente OPPO Ace2. Il nuovo smartphone è appena apparso sulla piattaforma di benchmark AnTuTu dove ha totalizzato un punteggio altissimo: ben 560.217 punti. Si precisa però che lo smartphone sottoposto al benchmark potrebbe avere permessi di root attivi e di conseguenza il cambiamento di alcuni parametri potrebbe aver portato ad un punteggio non accurato. L’avvistamento su AnTuTu di OPPO Ace2 ha svelato che ha un display da 6,5 pollici AMOLED di tipo punch-hole con risoluzione Full HD+.

Sotto la scocca monta un processore Qualcomm Snapdragon 865 che dovrebbe essere abbinato a 8 o 12 GB di RAM e 128 o 256 GB di memoria a seconda della configurazione. Lo smartphone supporterà la ricarica wireless a 40W e la ricarica rapida cablata a 65W. Avrà infine una fotocamera frontale da 16 MP e una quadrupla fotocamera posteriore da 48, 8, 2 e 2 MP inclusiva di sensore grandangolare. Non è ancora noto se e quando arriverà in Italia.

Segnaliamo che la casa produttrice ha appena svelato che insieme a OPPO Ace2 il 13 Aprile debutteranno in Cina anche Enco 31: degli auricolari true wireless che si caratterizzeranno per un prezzo molto più contenuto rispetto alle Enco Free.

fonte: Weibo

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti